Presenza di Gum malattia può aiutare i dentisti ed i medici identificare il rischio di malattie cardiovascolari

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli individui di segnalazione una storia di malattia parodontale avevano più probabilità di avere un aumento dei livelli di infiammazione, un fattore di rischio per le malattie cardiache, rispetto a coloro che hanno riportato nessuna storia di malattia parodontale, secondo un American Journal of Cardiology segnalare disponibili online.

Condotto da ricercatori della Columbia University Medical Center e NewYork-Presbyterian Hospital, i risultati suggeriscono persone con aumento dei livelli di marker infiammatori associati ad un più alto rischio di malattie cardiovascolari potrebbero essere identificati, chiedendo la storia della salute orale. Questo gruppo non può essere rilevato da proiezione tradizionale rischio cardiovascolare.

L'infiammazione è stata associata a malattie cardiovascolari ed è stato suggerito di essere un potenziale legame tra la malattia parodontale e malattie cardiovascolari. Per verificare se la storia della salute orale e marker infiammatori associati con la malattia cardiovascolare sono stati collegati, i ricercatori hanno seguito i partecipanti al National Heart, Lung and Blood Institute (NHLBI) Famiglia Intervention Trial per la salute del cuore (Heart FIT), uno studio nazionale in corso condotto da capitale investigatore Lori Mosca, MD, MPH, Ph.D., professore di medicina alla Columbia University College of Physicians e Surgeons e direttore di cardiologia preventiva a NewYork-Presbyterian Hospital/Columbia University Medical Center.




Il Trial intervento NHLBI famiglia per la salute del cuore si propone di studiare i familiari dei pazienti ricoverati in ospedale con la malattia di cuore, perché essi possono essere maggiormente a rischio se stessi a causa di fattori genetici e/o di stile di vita in comune. Il suo team di ricerca il dottor Mosca e reclutati familiari o conviventi dei pazienti ospedalizzati per tali eventi cardiaci come un attacco di cuore o arterie socchiusi che ha richiesto un intervento chirurgico di bypass o una procedura di angioplastica. Precedenti ricerche hanno dimostrato che i familiari di pazienti affetti da malattie cardiovascolari possono essere maggiormente a rischio per la malattia a causa dei geni e abitudini di vita che condividono.

In questo studio, 421 persone che sono state di sangue legati alla e/o che vivono con una persona recentemente ricoverato in ospedale a causa di malattie cardiovascolari sono stati sottoposti a screening per i fattori di rischio cardiovascolare tradizionali (come elevata pressione sanguigna ei livelli di colesterolo anomali), marcatori dell'infiammazione associati a rischio di malattia ( alta sensibilità proteina C-reattiva (hsCRP) e lipoproteina associata fosfolipasi A2 (Lp-PLA2)). Erano anche domande standardizzate sul loro stato di salute orale, tra cui se avessero mai stati diagnosticati con parodontale (gomma) malattia, se avessero mai stati trattati per la malattia parodontale, se hanno usato protesi rimovibili parziali o complete, e la data della loro ultima pulizia dei denti. La storia di salute orale è stata poi correlata con marcatori standard di infiammazione.

I risultati hanno trovato che tra i partecipanti che non avevano fattori di rischio di malattia cardiovascolare tradizionali (come la pressione alta, colesterolo alto, sovrappeso e lo stato/obeso), quasi uno su quattro sono stati trovati ad avere una storia personale di malattia parodontale e più elevati livelli di Lp -PLA2, un marker infiammatorio che è stato trovato presente nella rottura della placca infiammata inclini a cuore arterie/valvole.

È importante notare che non è possibile determinare da questo studio che cattiva salute orale provoca rischio di malattia cardiovascolare o che qualsiasi terapia basata sullo stato di salute orale sarebbe efficace nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Tuttavia, il dottor Mosca dice: "La nostra scoperta è romanzo perché suggerisce il dentista ed esame salute orale può essere l'ultima arma per identificare le persone a rischio di malattie cardiovascolari, della nostra nazione killer numero uno."

"Molte persone non si rendono conto di come la salute orale è spesso un fattore predittivo di di uno stato generale di salute," dice il co-autore John T. Grbic, DMD, MS, MMSc, ​​professore di medicina dentale clinica presso la Columbia University College of Dental Medicine. "I sintomi di molte malattie pericolose per la vita, come il diabete e le malattie cardiache, il primo apparire in bocca. Per questo motivo, è di vitale importanza per le persone di avere di routine dentale check-up ed avere un dialogo continuo con il loro dentista per la loro salute orale . I pazienti possono anche trarre beneficio dal vedere i dentisti convenzionati con un centro medico universitario, dove sono sfruttato in reti di riferimento profondi clinici appropriati. "

Heidi Mochari, MPH, RD, direttore di nutrizione per il Programma di Cardiologia Preventiva presso la Columbia University College of Physicians e Surgeons, è stato anche co-autore.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha