Prevenzione della trasmissione madre-figlio trasmissione di programmi di lavoro, ma i bambini hanno bisogno di verifica di resistenza ai farmaci, studio suggerisce

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mutazioni genetiche che portano a antiretrovirali (i farmaci usati per trattare l'HIV/AIDS) resistenza nei bambini con infezione da HIV possono sviluppare a causa di esposizione a basse dosi di farmaci antiretrovirali materni attraverso l'allattamento al seno, piuttosto che essere acquistato direttamente dalla madre. Questo risultato chiave da uno studio condotto da Clement Zeh dai Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione, Kisumu, in Kenya, e colleghi, pubblicato in questa settimana di PLoS Medicine, è importante in quanto potrebbe influire sulla scelta del regime farmacologico dato al seno con infezione da HIV madri e dei loro bambini infetti - un intervento efficace che ha dimostrato di ridurre sensibilmente il tasso complessivo della trasmissione madre-figlio del virus HIV.

Gli autori hanno condotto un'analisi secondaria (o sottostudio) di The Breastfeeding Study Kisumu - un processo a Kisumu, in Kenya da Timothy Thomas e colleghi del Kenya Medical Research Institute (KEMRI) e CDC, Kisumu, in Kenya, e colleghi hanno riportato anche in questo PLoS Medicine settimana. L'allattamento al seno Studio Kisumu valutato i tassi di sicurezza e di trasmissione di un regime a tre farmaci antiretrovirali (zidovudina, lamivudina e nevirapina o nelfinavir) dato alle donne con infezione da HIV a poche settimane prima del parto (34 sett gestazione) nei 6 mesi di allattamento al seno. Lo studio documentato velocità di trasmissione del 7% a 24 mesi, la maggior parte dovuta alla trasmissione in utero o durante la consegna, che è notevolmente inferiore alle 25% - 48% velocità di trasmissione riportati in assenza di farmaci antiretrovirali. Gli autori hanno concluso che questa combinazione di farmaci era sicuro e fattibile in paesi a risorse limitate.

Nella loro analisi secondaria, Clemente Zeh e colleghi hanno esaminato le possibili cause della comparsa di resistenza materno ARV-associata tra i 24 bambini che sono stati infettati con il virus HIV sia al momento del parto o durante i 6 mesi di allattamento al seno e quindi esposti a ARVs materni.




Gli autori hanno preso campioni di sangue regolari da questi bambini e dalle loro madri a cercare la presenza di HIV mutazioni di resistenza ai farmaci. Gli autori hanno scoperto che varie mutazioni erano presenti in campioni prelevati da tutti i bambini HIV-positivi le cui madri che avevano ricevuto nelfinavir ma a solo la metà di quelli presi da neonati le cui madri che avevano ricevuto nevirapina. Tuttavia l'esposizione alla nevirapina ha determinato una più ampia gamma di mutazioni resistenti ARV. Al contrario, la maggior parte delle madri di bambini HIV-positivi non aveva HIV mutazioni di resistenza ai farmaci, e solo una coppia madre-bambino ha avuto un modello di sovrapposizione di HIV mutazioni di resistenza ai farmaci. Questo modello di mutazioni suggerisce che la resistenza ai farmaci molto probabilmente sorto attraverso l'esposizione dei bambini a bassi livelli di ARV nel latte materno, piuttosto che attraverso la trasmissione da madre a figlio di farmaco-resistenti del virus HIV.

Questi risultati hanno bisogno di un'ulteriore conferma attraverso studi futuri, ma suggeriscono che i bambini esposti a farmaci antiretrovirali attraverso il latte materno - una situazione che può diventare sempre più comuni visti i risultati incoraggianti di The Breastfeeding studio Kisumu e studi simili che mostrano una riduzione della madre a figlio trasmittentier - devono essere attentamente monitorati per l'infezione da HIV. I fornitori dovrebbero prendere in considerazione il regime della madre al momento di scegliere il trattamento per i bambini che si trovano ad essere HIV infettato durante l'allattamento e monitorare attentamente la risposta alla terapia.

Clement Zeh e colleghi dire: "I bassi tassi di trasmissione dell'HIV da madre a figlio osservati nello studio sostengono il ruolo della tripla combinazione materna terapia antiretrovirale come successo [prevenzione della madre a figlio di trasmissione] intervento tra allattamento sieropositivo madri. Tuttavia, i dati di questa analisi secondaria suggeriscono che l'ingestione di farmaci antiretrovirali attraverso il latte materno può aver contribuito alla nascita di HIV mutazioni di resistenza ai farmaci nei bambini, come abbiamo osservato un aumento della frequenza dei bambini con HIV mutazioni di resistenza ai farmaci rispetto al primo 6 mesi di vita, quando la terapia antiretrovirale materna è stato dato durante l'allattamento. "

Essi aggiungono: "[Prevenzione della madre a figlio di trasmissione] programmi che forniscono la terapia antiretrovirale materno durante l'allattamento al seno e chi si occupa di bambini esposti a antiretrovirale attraverso il latte materno dovranno essere consapevoli di questo problema e considerare il monitoraggio questi bambini più da vicino e sartoria loro trattamento di conseguenza. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha