Prima AIDS Vaccine fatta al Vaccine Research Center del NIAID entra Clinical Trial

Maggio 6, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), i ricercatori presso l'Dale and Betty Bumpers Vaccine Research Center (VRC) ha annunciato oggi l'avvio di una sperimentazione clinica testare il primo vaccino contro l'AIDS inventato presso la nuova struttura. Il VRC, descritto come un incrocio tra una società di biotecnologie e di una organizzazione accademica, è il primo impianto presso il National Institutes of Health (NIH) dedicata esclusivamente alla ricerca e produzione di vaccini. Il vaccino è stato prodotto solo un anno dopo l'edificio che ospita il nuovo centro aperto nel settembre 2000.

"Per aver preso questo vaccino dal concept al prodotto clinico-grade in così poco tempo è un risultato straordinario", commenta Anthony S. Fauci, MD, direttore del NIAID. "Il processo fornisce un esempio tangibile, insieme con il nostro eccezionale gruppo di scienziati e dei loro programmi di ricerca produttive, che il NIAID si muove a una velocità senza precedenti per cercare di fare un vaccino contro l'AIDS una realtà."

"La velocità con cui abbiamo raggiunto questo traguardo dimostra la dedizione del personale VRC per l'obiettivo di trovare un vaccino efficace AIDS", commenta VRC direttore Gary J. Nabel, MD, Ph.D. "Siamo assolutamente impegnati a far progredire vaccini contro l'AIDS dal concept alla clinica, dove possiamo iniziare l'urgente compito di valutare gli effetti immunitari nelle persone." Statistiche globali illustrano perché il loro compito è urgente: ogni giorno 7.000 persone muoiono di AIDS e un altro 15.000 diventare infettato con il virus.




Dr. Nabel e due dei suoi compagni di ricerca, Yue Huang, Ph.D., e Wing-Pui Kong, Ph.D., ha iniziato a sviluppare il vaccino DNA dell'HIV ora clinicamente testato un po 'più di un anno fa.

Mentre vaccini tradizionali di solito contengono una forma indebolita o uccisi di un agente che causa la malattia o le sue proteine, come il loro nome, vaccini a DNA invece contengono solo porzioni di materiale genetico per tale.

Il nuovo vaccino contiene il progetto DNA per due pezzi di HIV chiamato "gag" e "pol". Gag è proteina del core di HIV. Pol comprende tre enzimi essenziali per la replicazione di HIV, i quali sono stati modificati per il vaccino per renderli non funzionale. Gag e pol rimangono relativamente costanti tra diversi ceppi di HIV, e insieme costituiscono circa la metà delle proteine ​​totali di HIV.

Una volta all'interno del corpo, il DNA nel vaccino istruisce alcune cellule apportare piccole quantità di queste proteine ​​HIV. Lo scopo di questo studio di fase I è per determinare se il vaccino è sicuro e se il corpo fa una risposta immunitaria a queste proteine. Poiché il vaccino non contiene materiale genetico per il virus intero, è impossibile per qualcuno a diventare infetti con HIV o per sviluppare l'AIDS dal vaccino. Attraverso un contratto con Vical, Inc., di San Diego, il VRC avuto il loro prodotto di laboratorio realizzato in DNA grado clinico utilizzato nel vaccino.

Il trial di fase 1 sta reclutando 21 uomini e donne sani di età compresa tra 18-60 che non sono infettati con HIV e che sono a basso rischio di diventarlo. I partecipanti saranno assegnati a caso a ricevere il vaccino sperimentale o una soluzione salina inattiva, noto come placebo.

L'aumento di dosi di vaccino saranno testati in modo graduale in tre gruppi di sette volontari. Ad ogni passo, cinque persone riceveranno il vaccino, mentre altre due persone ricevono placebo. La dose più bassa studio di vaccino (0,5 milligrammi, o mg) testati in fase uno sarà aumentata a 1,5 mg in fase due, e di 4,0 mg al punto tre. La dose viene aumentata solo se non vi sono significative reazioni avverse nel gruppo precedente.

I partecipanti riceveranno tre iniezioni in un superiore del braccio muscolo-una iniezione al mese per tre mesi, con un dispositivo senza ago chiamato Biojector. Lo studio avrà una durata di circa 12 mesi dalla prima iniezione.

Ci sono stati diversi vaccini basati sul DNA già testati nell'uomo e nessuno ha causato gravi reazioni avverse, note Barney Graham, MD, Ph.D., direttore del Clinical Trials Core e Viral Patogenesi Laboratory al VRC. Le persone interessate in studio saranno ampiamente istruiti e consigliarono, aggiunge, prima di firmare un accordo di consenso informato per partecipare al processo. Il processo è stato condotto presso il Centro Clinico NIH sotto la direzione di Jorge Tavel, MD

Chi fosse interessato a maggiori informazioni sul processo può chiamare il numero verde 1-866-833-5433 o per leggere una descrizione del processo a http://www.niaid.nih.gov/vrc/clinstudies.htm.

Secondo il dottor Nabel, il loro vaccino DNA dell'HIV è destinato a stimolare l'immunità cellulare al virus, che è pensato per essere importante per la protezione contro l'HIV. Il vaccino sarà probabilmente combinati in studi successivi con altri componenti del DNA che stimolano neutralizzanti risposta anticorpale al virus. Questo è il primo di una serie di studi, egli aggiunge, con diversi candidati vaccini rivolti verso l'identificazione quelli che hanno la migliore opportunità per la protezione contro l'infezione da AIDS o HIV.

Lo sviluppo di vaccini e la prevenzione delle malattie hanno fatto parte della storia del NIH quando è stata fondata nel 1887. I vaccini contro febbre delle Montagne Rocciose, il tifo, adenovirus, Hemophilus influenzae B e l'epatite A sono tra le realizzazioni stellari di scienziati NIH .

Con l'apertura del VRC, tuttavia, la ricerca di un vaccino contro una delle malattie più devastanti al mondo, l'AIDS, ha assunto una nuova urgenza. Il VRC ha dilagato velocemente e attualmente ha un roster di circa 100 scienziati e personale di supporto. La maggior parte dei prodotti valutati in VRC studi clinici saranno prodotti concepiti, sviluppati e prodotti da ricercatori VRC.

NIAID è un componente del National Institutes of Health (NIH). NIAID supporta la ricerca di base e per prevenire, diagnosticare e trattare le malattie infettive e immunomediate, compreso l'HIV/AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili, la tubercolosi, la malaria, malattie autoimmuni, asma e allergie applicata.

Comunicati stampa, schede tecniche e altre NIAID materiali sono disponibili sul sito Web all'indirizzo NIAID http://www.niaid.nih.gov. Il sito Web VRC è possibile accedere in http://www.vrc.nih.gov.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha