Prima prova nell'uomo di «minicells": un modo completamente nuovo di erogare farmaci anti-cancro

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un modo completamente nuovo di erogare farmaci anti-cancro per i tumori, utilizzando "minicells" derivate da batteri, è stato testato per la prima volta negli esseri umani ed è risultato sicuro, ben tollerato e persino indotto malattia stabile nei pazienti con avanzate, incurabile tumori senza opzioni di trattamento residuo.

La ricerca, che viene presentato al 24 ° EORTC-NCI-AACR [1] Simposio sui bersagli molecolari e Cancer Therapeutics a Dublino, in Irlanda, il 9 novembre, suggerisce che potrebbe essere possibile utilizzare questa nuova tecnologia per la somministrazione mirata di altri farmaci per una serie di tumori, e di personalizzare il trattamento regolando i farmaci per soddisfare il make-up genetico di tumore di ogni paziente [2].

Dr Himanshu Brahmbhatt e il dottor Jennifer MacDiarmid, i fondatori di EnGeneIC, una società biotech a Sydney, in Australia, progettati per offrire le minicells farmaci anti-cancro direttamente alle cellule tumorali, riducendo così i tossici effetti collaterali che si vedono quando la chemioterapia è dato a pazienti per via sistemica. I minicells sono creati da piccole bolle di membrana cellulare pizzicato dalla superficie dei batteri mutanti. I minicells possono poi essere caricati con sostanze chimiche, come i farmaci anti-cancro, e rivestiti con anticorpi che la casa in sui recettori sulla superficie delle cellule tumorali. Ciò significa che i minicells bersaglio le cellule tumorali, evitando cellule normali che non hanno gli stessi recettori. La cellula tumorale riconosce i batteri da cui il minicell è stata derivata e attiva la sua difesa di serie inghiottendo il minicell, che espone il nucleo cellulare a qualsiasi droga cancro che uccide il minicell sta portando.




Ogni minicell è circa 200 volte più piccolo del diametro di un capello umano (misura 400 nanometri (nm) - un nM essere un miliardesimo di metro). "Tuttavia, questo è molto più grande di particelle sintetiche in fase di sviluppo per la consegna della droga", ha detto Professore Associato Benjamin Solomon (MBBS, PhD, FRACP), il ricercatore principale dello studio e di un oncologo medico consulente presso il Peter Macallum Cancer Centre di Melbourne, Australia. "Questa dimensione più ampia significa che i minicells preferenzialmente cadere dei vasi sanguigni che perde tutto il tumore e non finiscano nel fegato, intestino e pelle in cui potrebbero causare fastidiosi effetti collaterali come le particelle più piccole do."

Il lavoro in laboratorio e in animali avevano già dimostrato che i minicells lavorato nel modo in cui sono stati progettati, ma questo processo è la prima volta che sono stati utilizzati negli esseri umani.

Il professor Solomon ha detto: "In questo studio abbiamo caricato le cellule con un farmaco citotossico chemioterapico chiamato paclitaxel (che è attualmente utilizzato in molti tipi di tumore) e rivestiti i minicells con un anticorpo per combattere le minicells caricati per tumori che esprimono l'Epidermal Growth Factor Receptor (EGFR ) -. una proteina che si trova sulla superficie di molte cellule tumorali Lo studio è stato quindi condotto in fase normale modo I sono condotti studi per determinare la sicurezza e la tossicità di minicells trattando piccoli gruppi di pazienti con dosi progressivamente più elevati di minicells e monitorare attentamente la sicurezza e la tossicità. "

Un totale di 28 pazienti con tumori avanzati, incurabili sono stati trattati con i minicells in quattro centri in Australia. Dieci pazienti hanno avuto una stabilizzazione della malattia a sei settimane e ha ricevuto più di un ciclo di minicells.

"La scoperta chiave dello studio è che minicells può essere somministrato con sicurezza a pazienti con cancro avanzato," ha detto il prof Solomon. "Inoltre, abbiamo dimostrato che possiamo dare dosi multiple ed un paziente ha ricevuto 45 dosi più di 15 mesi. La tossicità maggiore abbiamo osservato è stata la febbre autolimitante delicato visto il giorno dell'infusione con poco o nessun effetti collaterali visto nel resto della settimana successiva. A dosi più alte abbiamo scoperto che ci sono stati ulteriori effetti collaterali, in particolare i cambiamenti nei test di funzionalità epatica, che, anche se asintomatiche, ci ha impedito di aumentare le dosi del trattamento superiore.

"Questo importante studio dimostra per la prima volta che questi minicells batteri derivati ​​può essere somministrato con sicurezza a pazienti con cancro. Esso consente quindi un ulteriore approfondimento clinico di un nuovo paradigma della somministrazione di farmaci mirati utilizzando questa piattaforma accoppiata con diverse" carichi "di cellule -killing farmaci o altri trattamenti come RNA interference, e con anticorpi rivolti diversi. "

Ha concluso: "La tecnologia minicell è una piattaforma per la somministrazione mirata di molte molecole diverse, tra cui farmaci e molecole per il silenziamento di geni canaglia che causano resistenza ai farmaci in fase avanzata del cancro La tecnologia può essere visto anche come un farmaco coniugato anticorpo potente dove fino. a un milione di molecole di farmaco possono essere collegati agli anticorpi di targeting e consegnati al corpo in modo sicuro. In futuro ciò consentirà un approccio medicina veramente personalizzata per il trattamento del cancro, poiché il payload minicell può essere regolata a seconda del profilo di genetica il paziente. "

Sono ora in programma studi di fase II dei minicells, tra cui uno studio in pazienti con glioblastoma (un tipo di tumore al cervello) con minicells caricate con doxorubicina. I ricercatori vogliono anche sviluppare metodi di imaging per monitorare i minicells nei pazienti.

Professor Stefan Sleijfer, la sedia scientifico del EORTC-NCI-AACR simposio, dal Erasmus University Medical Centre (Paesi Bassi), ha commentato: "Approcci conseguente fornitura selettiva di farmaci anti-cancro a cellule tumorali è altamente interessante in quanto può portare a una riduzione effetti collaterali negativi e migliorata attività antitumorale. A questo proposito, l'utilizzo di 'minicells' è un romanzo e tecnica promettente ".

[1] EORTC [Organizzazione europea per la Ricerca e la Cura del Cancro, NCI [National Cancer Institute], AACR [American Association for Cancer Research].

[2] no Premessa: 585. sessione poster, studi di Fase I, ore 09.00, il 9 novembre.

[3] Lo studio è stato finanziato dalla EnGeneIC. Prof Solomon non ha ricevuto alcun compenso da EnGenIC e dichiara senza conflitti di interessi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha