Prima Terapia genica per calmare Out-Of-Sync Hearts Pigs '

Maggio 18, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il killer numero uno nei paesi sviluppati è la morte cardiaca, generalmente scatenato da un evento che porta ad aritmia.

Gli scienziati della Johns Hopkins hanno sviluppato una terapia genica che, entro una settimana, reprime i ritmi anomali nei cuori di maiale, i cuori degli animali più simili agli umani. Si crede di essere il primo utilizzo della terapia genica per aritmie cardiache, dicono i ricercatori, e uno con "una forte possibilità" di trasferimento di malattie cuore umano.

"Abbiamo effettivamente trattati una aritmia in un modello animale ben collaudato, con geni forniti da metodi catetere di routine - non torace aperto, senza artifici, solo semplici modifiche della tecnologia esistente", afferma Eduardo Marban, MD, Ph.D., uno degli scienziati.




"Questo è il primo lavoro proof-of-concept", dice Marban, "e il primo passo chiaro verso un approccio clinicamente utile."

Un rapporto della ricerca appare nel numero di dicembre della rivista Nature Medicine.

Aritmie derivano da due fonti, dicono i ricercatori. Uno è una anomalia strutturale di base nel pacemaker del cuore. L'altro si sviluppa dopo un attacco di cuore o un altro insulto al cuore. "Poco dopo un evento del genere", dice il leader del team di Kevin Donahue, MD, "cambiamenti cellulari, come cicatrici, si svolgono nel cuore e rendere il tessuto più inclini ad aritmie. Il killer numero uno nei paesi sviluppati è la morte cardiaca, generalmente scatenato da un evento che porta ad aritmia ".

Circa uno in ogni cento persone in questo paese soffre di aritmie di un tipo o di un altro, secondo l'American Heart Association. Mentre alcuni disturbi del ritmo cardiaco sono relativamente benigna, altri, interrompendo pompaggio coordinata del cuore, sono una causa immediata del collasso e della morte.

"Trattamenti farmacologici possono aiutare, ma non risolvono le cause di fondo del problema," Donahue, aggiunge, "e l'uso continuato può effettivamente favorire aritmie in alcune persone. Pacemaker o defibrillatori sono costosi e invasivi", aggiunge, "e portano un rischio non trascurabile di complicazioni. "

Nello studio maiale, i ricercatori hanno utilizzato un vettore virale standard per introdurre copie di un gene direttamente in uno dei pacemaker del cuore, una piccola area di tessuto chiamato atrioventricolare (AV) nodo. Il nodo AV riceve e filtri impulsi provenienti dalle camere superiori del cuore, poi trasmette impulsi alle camere inferiori del cuore, dove si scatenano le contrazioni. In cuori malati, tuttavia, del ritmo cardiaco in camera superiore possono ottenere alterata in modo tale che il filtraggio/capacità inoltro è sopraffatto. Questo può portare a, frequenze cardiache irregolari anormalmente veloci.

I ricercatori hanno scelto un gene, chiamato inibitoria G gene della proteina, perché accende in pacemaking tessuto quando i segnali del sistema nervoso di un rallentamento della frequenza cardiaca. Il gene produce una proteina che è l'equivalente biologico di una chiave inglese, bloccando un passo in un insieme adrenalina-innescato delle reazioni che normalmente accelerano la frequenza cardiaca.

All'inizio dello studio, i ricercatori hanno innescato 10 cuori di maiale con agenti che hanno aumentato il loro assorbimento del gene e del suo sistema di trasporto. Poi filettati un catetere nell'arteria che alimenta nodo AV del cuore, infondendo il nodo con un adenovirus che porta il gene inibitorio. Alcuni suini ricevuto lo stesso vettore virale, ma con un gene-non-cardiaca colpisce come controllo.

Studi tessuto una settimana dopo verificati il ​​gene in vigore in quasi la metà delle cellule del nodo AV. "I nodi AV nei cuori dei test effettuati impulsi a un ritmo molto più lento ed erano molto meno eccitabili di quelli nei cuori senza i geni aggiunti", dice Donahue.

La vera prova è venuto, egli dice, quando i ricercatori elettricamente e chimicamente stimolato il cuore per produrre la fibrillazione atriale, una grave aritmia. Nella fibrillazione atriale, due camere cardiache superiori faretra caoticamente, fino a 600 volte al minuto. Questo travolge la capacità del nodo AV di filtrare stimoli in ingresso e fa sì che il ventricoli per accelerare. Gli animali sperimentali con la proteina G inibitoria mostrato una diminuzione del 20 per cento della frequenza cardiaca rispetto agli animali di controllo.

Comunemente prescritti farmaci beta-bloccanti possono portare un risultato complessivo simile, dicono i ricercatori. "Ma, crediamo che la terapia genica, che in ultima analisi avrebbe aiutato l'uomo sarebbe, a differenza di beta-bloccanti, essere una soluzione a lungo termine. Inoltre, perché la terapia genica è localizzato in un luogo specifico in cuore, eviterebbe gli effetti collaterali che vengono quando beta-bloccanti viaggiare in altre parti del corpo ", dice Donahue.

### Altri scienziati del team di ricerca sono stati Alan W. Heldman, MD, Heather Fraser, Ph.D., Amy Thomas, BS, Julie Miller, MD e Jeffrey Rade, MD Thomas Eschenhagen con l'Università Friedrich-Alexander di Erlangen, Germania, ha partecipato anche.

Finanziamento per lo studio è stato dal National Institutes of Health, la Johns Hopkins University e la Fondazione Alberta Heritage per la ricerca medica.

Per un sito web correlato: Questo sito è la descrizione della American Heart Association di aritmie: http://www.americanheart.org/Heart_and_Stroke_A_Z_Guide/arrhyt.html

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha