Prima Una TC o angiogramma, molte persone dovrebbero prendere farmaci poco costoso per proteggere Reni

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mentre sempre più americani sottoposti a TC e altre scansioni di immagini mediche che coinvolgono i raggi X intensi, un nuovo studio suggerisce che molti di loro dovrebbero prendere un farmaco pre-scan in grado di proteggere i loro reni da eventuali danni.

Il farmaco poco costoso, chiamato N-acetilcisteina, può prevenire gravi danni ai reni che possono essere causati dai contenenti iodio "coloranti" che i medici usano per migliorare la qualità di tali scansioni.

Quel "dye", chiamata agente di contrasto, è di solito somministrato per via endovenosa prima di una TAC, angiografia o altri test. Ma il nuovo studio mostra che l'assunzione di una compressa N-acetilcisteina prima di ricevere l'agente di contrasto può proteggere i pazienti - e che funziona meglio di altri farmaci che sono stati proposti per lo stesso scopo.




Le persone i cui reni sono già vulnerabili, tra cui molti anziani e quelli con diabete o insufficienza cardiaca, sono i più a rischio di mezzi di contrasto, e hanno più da guadagnare dal prendere il farmaco.

I ricercatori della University of Michigan Health System eseguito lo studio, che è pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine. Si tratta di una meta-analisi dei dati provenienti da 41 studi randomizzati controllati che hanno valutato vari farmaci per i loro effetti di protezione da renali. E 'stato condotto da Aine Kelly, MD, MS, un assistente professore presso il Dipartimento di Radiologia presso l'UM Medical School.

Solo N-acetilcisteina chiaramente impedito nefropatia da contrasto indotta, il nome medico per danni renali causati da mezzi di contrasto. Teofillina, un altro farmaco che è stato visto come un possibile agente protezione renale, non ha ridotto in modo significativo il rischio. Altri farmaci non ha avuto effetto, e uno, furosemide, sollevato il rischio di rene.

"Il nostro obiettivo è quello di migliorare la sicurezza e la qualità di tali prove comuni studiando farmaci che riducono il rischio di insufficienza renale", dice l'autore senior Ruth Carlos, MD, professore associato di radiologia.

Lieve a moderata danni renali si verifica in uno su quattro persone ad alto rischio che hanno TC, e in ben uno su dieci persone con funzione renale normale. In alcuni casi, provoca insufficienza renale acuta.

"Milioni di persone ricevono mezzo di contrasto di ogni anno, tra cui la maggior parte dei malati di cuore che hanno angioplastica e stent, così come quelli con una TAC. Contrasto agente aiuta i medici vedono le cose che dobbiamo vedere, ma lo fa anche rappresentare un pericolo per alcuni gente ", dice Kelly. "Questo farmaco, che è veloce, comodo, economico e largamente disponibile, senza effetti collaterali importanti, sembra essere la scelta migliore per proteggere coloro i cui reni sono più a rischio."

Solo gli studi che hanno coinvolto agenti di contrasto per via endovenosa contenenti iodio, e confrontato un farmaco con acqua o soluzione fisiologica di controllo, sono stati inclusi nell'analisi. Agenti orali "frullato" di contrasto di bario, utilizzati in TC del sistema digestivo, non causano danni renali, e non sono stati inclusi.

Lo studio, inoltre, non ha valutato i potenziali modi per proteggere contro i danni renali da mezzi di contrasto gadolinio usati in MRI (risonanza magnetica) scansioni. Da maggio 2007, gli agenti di contrasto hanno portato un avvertimento da parte della Food and Drug Administration sul rischio per i reni.

Kelly, Carlos ed i loro colleghi condotto lo studio per cercare di ottenere una risposta ferma a una domanda che dispone di specialisti di imaging medicale di puzzle per anni.

Anche se molti farmaci sono stati sperimentati per la prevenzione della nefropatia indotta da contrasto di iodio-correlate, prove contraddittorie è emersa da studi su come funzionano. Il risultato è stato diffuso variazione in quello che ospedali e centri di imaging medicale fare prima la scansione di un paziente.

Sebbene uno studio prospettico a confronto N-acetilcisteina direttamente ad altri farmaci deve essere condotta per verificare i risultati del team UM, il team spera il suo nuovo studio aiuterà a guidare i medici e pazienti.

In realtà, dice Kelly, i pazienti che sanno di avere i reni indebolito - chiamati anche insufficienza renale - dovrebbe parlare quando il medico ordina una TAC, angiografia o angioplastica, e assicurarsi che essi ottenere una tavoletta di N-acetilcisteina in anticipo.

E, dal momento che la maggior parte dei problemi renali non causano sintomi, anche persone sane potrebbe desiderare di chiedere ai loro medici per testare i loro livelli di creatinina nel sangue prima di inviarli per la scansione.

I livelli di creatinina salgono quando i reni non funzionano in modo efficiente. Nefropatia da mezzo di contrasto è definito come un 25 per cento o maggiore aumento della creatinina entro 48 ore dalla ricezione di contrasto. Il nuovo studio ha valutato l'impatto dei farmaci pre-scan, cercando in loro impatto sui livelli di creatinina dei pazienti, come surrogato della funzione renale.

Il problema della nefropatia contrasto indotta è relativamente recente - un sottoprodotto del drammatico aumento dell'uso di TAC e raggi X guidato procedure quali angioplastica.

Il vantaggio di queste scansioni non è in discussione: i raggi X intensi possono rivelare preziose informazioni sulle lesioni, le malattie, e la risposta dei pazienti al trattamento. Agenti contenenti iodio permettono ai medici di migliorare le scansioni ulteriormente, dando migliore "contrasto" tra i vasi sanguigni e il tessuto, perché i raggi X sono sparse in modo diverso dallo iodio. Ma come lo iodio viene trasportato dal sangue ai reni, e filtrato nelle urine, lo iodio può rovesciare il delicato equilibrio che mantiene il funzionamento reni.

Negli ultimi anni, i produttori di mezzi di contrasto hanno iniziato a offrire diverse formulazioni che possono presentare meno rischi per i reni dei pazienti. Agenti basso iodio e senza iodio più costosi sono a disposizione per i pazienti particolarmente vulnerabili, e per le persone che sono allergiche allo iodio. Ma per tutti gli altri, gli specialisti di imaging medicale hanno cercato di trovare modi per prevenire i danni.

N-acetilcisteina è già ampiamente utilizzata per eliminare il muco in pazienti affetti da fibrosi cistica, e per il trattamento di overdose di paracetamolo. E 'inoltre in fase di studio per altri usi.

Compresse di prescrizione-resistenza N-acetilcisteina sono economici - circa 25 centesimi per una compressa da 500 mg - e fornito dalla maggior parte delle farmacie. Ha pochi effetti collaterali. Over-the-counter forme supplemento del farmaco non deve essere usato per la protezione renale pre-scansione.

Oltre a Kelly e Carlos, gli autori dello studio sono Ben Dwamena, MD, e Paul Cronin, MBBCh., Entrambi professori assistenti di radiologia, e Steven J. Bernstein, MD, MPH, professore di medicina interna. Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health e il National Cancer Institute, e di Kelly GE-Associazione dei Radiologi Universitari Radiologia Research Academic Fellowship. Nessuno degli autori ha legami finanziari con i produttori dei farmaci o agenti di contrasto studiati.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha