Probiotico naturale per l'osteoporosi? Costruire ossa sane vuole coraggio

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 13
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

È interessante notare che lo stesso non si può dire per i topi di sesso femminile, i ricercatori segnalano nel Journal of Cellular Physiology.

"Sappiamo che l'infiammazione nell'intestino può causare perdita di massa ossea, anche se non è chiaro esattamente il motivo," ha detto l'autore Laura McCabe, un professore nei reparti di MSU di Fisiologia e Radiologia. "La cosa accurata che abbiamo trovato è che un probiotico può migliorare la densità ossea."




Probiotici sono microrganismi che possono aiutare equilibrare il sistema immunitario. Per lo studio, i ricercatori hanno alimentato i topi Lactobacillus reuteri, un probiotico nota per ridurre l'infiammazione, un effetto a volte dannoso della risposta immunitaria dell'organismo alle infezioni.

"Attraverso la fermentazione cibo, abbiamo iniziato a mangiare i batteri che noi classifichiamo come probiotici per migliaia di anni", ha detto il co-autore Robert Britton, professore associato presso il Dipartimento di Microbiologia e Genetica Molecolare. "Ci sono prove che questo batterio come specie è co-evoluta con gli esseri umani. E 'indigena ai nostri tratti intestinali ed è qualcosa che, se manca, può causare problemi."

Nello studio, i topi maschi ha mostrato un significativo aumento della densità ossea dopo quattro settimane di trattamento. Non c'era alcun effetto del genere, quando i ricercatori hanno ripetuto l'esperimento con i topi di sesso femminile, un'anomalia che stanno ora indagando.

Entro il 2020, la metà di tutti gli americani più di 50 si prevede di avere una bassa densità ossea e osteoporosi, secondo la National Osteoporosis Foundation. Circa una donna su due e uno su quattro uomini oltre 50 saranno rompere un osso a causa dell'osteoporosi.

Farmaci per prevenire la perdita ossea in pazienti con osteoporosi sono già in largo uso, ma a lungo termine che possono disturbare il rimodellamento naturale del tessuto osseo e potrebbero potenzialmente avere effetti collaterali negativi che includono fratture ossee inusuali e dolori articolari e muscolari.

McCabe e Britton sono pronti a sottolineare che questa linea di ricerca è nelle sue fasi iniziali e che i risultati nei topi non sempre si traducono per gli esseri umani. Ma sono fiducioso che il nuovo studio potrebbe indicare la strada verso i farmaci per l'osteoporosi che non sono sellati con tali effetti collaterali, soprattutto per le persone che perdono densità ossea dalla più tenera età a causa di un'altra condizione cronica.

"La gente tende a pensare di osteoporosi come solo colpisce le donne in post-menopausa, ma quello che non si rendono conto è che può verificarsi con altre condizioni come la malattia infiammatoria intestinale e il diabete di tipo 1", ha detto. "Tu non vuoi mettere il bambino su farmaci che riducono rimodellamento osseo per il resto della loro vita, quindi qualcosa di naturale potrebbe essere utile per il trattamento a lungo termine di perdita di massa ossea che inizia a infanzia."

La ricerca è stata sostenuta da sovvenzioni dal National Institutes of Health e MSU. Assistenti di ricerca Regina Irwin e Laura Schaefer co-autore della carta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha