Procedura diagnostica invasiva per i bambini con fibrosi cistica non migliorare i risultati, secondo uno studio

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 42
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Rispetto a una procedura diagnostica normale, i neonati con fibrosi cistica che hanno ricevuto un trattamento in base a una procedura diagnostica che coinvolge l'ottenimento e la coltura di campioni di fluido dai polmoni non avevano una minore prevalenza di infezione polmonare danni o lesioni polmonari strutturale a 5 anni di età, secondo di uno studio in 13 luglio questione di JAMA.

Infezione polmonare precoce nei bambini con fibrosi cistica, in particolare con Pseudomonas aeruginosa, è associato ad un aumentato rischio di malattia e di morte. Diagnosi di infezione P aeruginosa con precisione in nonexpectorating (non può scaricare espettorato) pazienti affetti da fibrosi cistica può essere difficile. Il lavaggio broncoalveolare (BAL) è uno strumento di diagnosi alternativa utilizzata quando i bambini con fibrosi cistica non può fornire espettorato, ma le prove per il suo beneficio clinico è carente, in base alle informazioni in questo articolo. Il lavaggio broncoalveolare è una procedura medica in cui un broncoscopio viene fatto passare attraverso la bocca o il naso nei polmoni e fluido viene instillata una piccola parte del polmone e poi ricordò per l'esame.

Claire E. Wainwright, MBBS, MD, dell'Ospedale dei Bambini di Reale, Università del Queensland, Brisbane, in Australia, e colleghi hanno condotto uno studio per verificare se la terapia per esacerbazioni polmonari BAL-diretto nei primi 5 anni di vita nei bambini con fibrosi cistica ridotto P aeruginosa infezione e danno polmonare strutturale a 5. L'età Australasian Fibrosi Cistica lavaggio broncoalveolare (ACFBAL) studio controllato randomizzato incluso neonati con diagnosi di fibrosi cistica attraverso programmi di screening neonatale in 8 Australasia centri di fibrosi cistica. Assunzione avvenuta tra il giugno 1999 e l'aprile del 2005, con lo studio chiuso al 31 dicembre 2009. I partecipanti hanno ricevuto BAL-diretto (n = 84) o standard (n = 86) la terapia (sulla base di orofaringea [relative alla bocca e della faringe] culture) fino all'età di 5 anni. Il gruppo di terapia BAL-diretto subito BAL prima dei 6 mesi, quando bene, quando ricoverato in ospedale per le esacerbazioni polmonari, se P aeruginosa è stato rilevato nei campioni orofaringei, e dopo la terapia di eradicazione P aeruginosa. Il trattamento è stato prescritto in base al BAL o risultati delle colture orofaringei. Gli esiti primari all'età di 5 anni sono stati la prevalenza di P aeruginosa sulle culture BAL sia nel BAL-diretto e gruppi di terapia standard e totale fibrosi cistica tomografia computerizzata (CF-CT) Punteggio (come percentuale del punteggio massimo) in alta risoluzione del torace TAC.




Di 267 bambini con diagnosi di fibrosi cistica seguenti screening neonatale, 170 sono stati arruolati e randomizzati e 157 hanno completato lo studio. Non sono state rilevate differenze statisticamente significative tra i gruppi per uno dei risultati principali. Infezione P aeruginosa diagnosticata dalla cultura BAL è stato rilevato in 8/79 (10 per cento) nel gruppo terapia di BAL-diretto vs 9/76 (12 per cento) nel gruppo terapia standard. Per i risultati di punteggio totale CF-CT, i dati sono stati ottenuti in 76 bambini (90 per cento) in entrambi i gruppi di studio. Il totale punteggi medi CF-CT per la terapia BAL-diretto e gruppi di terapia standard erano 3,0 per cento e 2,8 per cento rispettivamente.

"Questo studio mette in evidenza l'importanza di esaminare interventi diagnostici e di gestione mediante studi clinici controllati randomizzati concepiti in modo appropriato in un contesto pratica clinica. Terapia BAL-diretto fornito nessuna prova clinica, microbiologica, o il vantaggio radiografica e ha portato ad un aumento del rischio di eventi avversi prevalentemente lievi come risultato diretto della broncoscopia e svantaggi quali la necessità di digiunare prima della procedura, l'esposizione ad anestesia, e il potenziale ansia perioperatoria. BAL rimane uno strumento di ricerca utile nei giovani, nonexpectorating bambini con fibrosi cistica. Nella pratica clinica, tuttavia, BAL è forse più riservata ai bambini le cui condizioni sono deteriorando nonostante parenterale [per iniezione, di solito attraverso le vene] terapia antibiotica, quando gli agenti patogeni inusuali o resistenti agli antibiotici, tra cui clonali P aeruginosa, i ceppi sono sospettati, e per diagnosticare i pazienti con P aeruginosa cronica infezione ", concludono gli autori.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha