Processi Dolore a gomito del tennista illuminate dalla scansione PET

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Processi fisiologici nel dolore dei tessuti molli come il gomito del tennista cronica possono essere esplorati con metodi di diagnostica per immagini. Ciò è dimostrato da ricercatori dell'Università di Uppsala ed i risultati sono ora pubblicati sulla prestigiosa rivista PLoS ONE. Il medico dolore e ricercatore Magnus Peterson presenta un nuovo uso della tomografia ad emissione di positroni (PET) e un tracciante per la NK1 ricevitore del segnale per la visualizzazione di un processo fisiologico associato a dolore.

Il dolore cronico è un grave problema, con notevoli costi e sofferenze del singolo socio-economiche. Dolore muscoloscheletrico è il tipo più comune di dolore ed è uno dei motivi più comuni per la consultazione nella sanità. Tuttavia, il dolore da tessuti molli, (vale a dire il dolore da muscoli, tendini e legamenti) manca ancora metodi efficaci per la localizzazione e la diagnosi dei meccanismi fisiopatologici.

Ciò significa che la diagnosi dipende ancora all'esame clinico, che non fornisce indicazioni in merito quali meccanismi potrebbero essere alla base del dolore. Di conseguenza, il trattamento procede esclusivamente su base empirica. Un metodo diagnostico migliorato che permette non solo la diagnosi della localizzazione dei processi dei tessuti dolorosi, ma anche in grado di fornire indicazioni su quanto sono coinvolti meccanismi fisiopatologici, sarebbe quindi di grande valore.




Magnus Peterson ha lavorato con tomografia ad emissione di positroni (PET), uno strumento per l'imaging diagnostico, in combinazione con un tracciante specifico per il recettore NK1 del segnale. Il tracciante è iniettato nel sangue dove circola attraverso il corpo e si lega ai recettori NK1 disponibili. Il segnale dal tracciante radioattivo può essere catturata come immagine di fuori del corpo utilizzando PET.

Questa è la prima volta che un up-regulation dei recettori NK1 è stata visualizzata da diagnostica per immagini nel tessuto doloroso nell'uomo. Lo studio rivela chiaramente l'immagine di livelli elevati di NK1 nell'area dolorosa rispetto al braccio sano.

A seguito di danni ai tessuti è un up-regolazione della sostanza neuropeptide P e del suo recettore NK1. Questo si verifica non solo nel corno dorsale del midollo spinale, ma anche nei tessuti periferici dolorosa. Questo up-regolazione è parte di una interazione tra i nervi periferici, cellule immunitarie, e il tessuto stesso che sembra guidare il proprio processo di riparazione del corpo. In gomito del tennista cronica, questo up-regolazione del sistema P-NK1 sostanza indugia su. Questo è ciò che i ricercatori sono riusciti a visualizzare con l'aiuto del PET e il marcatore per NK1.

Il metodo è promettente, ma i costi sono ancora elevati. PET è una procedura complessa, che richiede attrezzature costose.

In futuro, speriamo di essere in grado di sviluppare marcatori meno costosi che ci permettono di utilizzare il metodo nella pratica clinica quotidiana. Abbiamo anche lo scopo di creare marcatori per altri processi fisiologici che sappiamo essere attivi nel dolore dei tessuti molli cronico, dice Magnus Peterson.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha