Promettente nuovo approccio al trattamento del cancro del polmone

Marzo 14, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Questo anticipo nanomedicina combina straordinariamente ridotte dimensioni delle nanoparticelle, farmaci contro il cancro già esistenti, e piccoli RNA interferenti (siRNA), che spegne la capacità delle cellule tumorali di resistere all'attacco.

La combinazione di queste forze portato alla virtuale scomparsa di tumori polmonari in animali da esperimento.




Il cancro al polmone è il tumore killer leader in entrambi gli uomini e le donne. Nonostante i progressi della chirurgia, la chemioterapia gioca ancora un ruolo importante nel suo trattamento. Tuttavia, tale trattamento è limitato da effetti tossici di alcuni farmaci necessarie per combattere e la difficoltà di ottenere effettivamente questi farmaci nei polmoni.

I risultati sono stati realizzati da Oleh Taratula della Oregon State University e Tamara Minko e O. Garbuzenko alla Rutgers University e l'Istituto Tumori di New Jersey. Erano appena pubblicato sul Journal of Controlled Release.

"Danno cancro del polmone è di solito non è localizzato, il che rende la chemioterapia una parte importante del trattamento", ha detto Taratula, professore assistente presso la OSU Collegio di Farmacia e co-autore di questo studio. "Tuttavia, i farmaci utilizzati sono tossici e possono causare danno d'organo e gravi effetti collaterali se data convenzionale attraverso la somministrazione per via endovenosa.

"Un sistema di somministrazione di farmaci che può essere inalata è un approccio molto più efficiente, il targeting solo le cellule tumorali, per quanto possibile," ha detto. "Altri approcci chemioterapici solo tendono a sopprimere i tumori, ma questo sistema sembra eliminarlo."

Un brevetto è stato richiesto sulla tecnologia, e ulteriori test sarà necessario prima che sia pronto per i test clinici umani, i ricercatori hanno detto.

La fondazione del nuovo sistema è un "nanocarrier lipidico nanostrutturati," minuscole particelle molto più piccole di un granello di polvere che possono essere facilmente inalate ed anche facilmente attaccano alle cellule tumorali. Questo sistema di trasporto offre la farmaco antitumorale. Tuttavia, si porta anche siRNA che rende la cellula tumorale più vulnerabile.

Le cellule tumorali hanno spesso due forme di resistenza ai farmaci - resistenza "pompa" che tende a pompare la droga fuori delle cellule, e resistenza "nonpump" che aiuta a mantenere la cellula di morire. Il siRNA utilizzata in questo sistema aiuta a eliminare tali forme di resistenza, e lascia la cellula tumorale vulnerabile al farmaco utilizzato per ucciderlo.

Essendo inalato, questo sistema evita anche il degrado degli agenti chemioterapici che si verifica quando vengono iniettati, hanno detto i ricercatori. Arrivano in forma più intatto, pronto a fare il loro lavoro sulle cellule tumorali del polmone, riducendo al minimo gli effetti collaterali.

In più convenzionale chemioterapia per il cancro del polmone, i farmaci tendono ad accumularsi nel fegato, rene e milza, con molto meno dei farmaci mai rendendo ai polmoni. In questo studio, la quantità di farmaco erogata ai polmoni è aumentato a 83 per cento con l'approccio inalazione, contro il 23 percento con l'iniezione.

Questo lavoro è stato sostenuto dal National Cancer Institute, National Science Foundation, e il Dipartimento della Difesa.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha