Promettente nuovo farmaco potrebbe aiutare i pazienti in lotta mortale e difficile da trattare forma di melanoma

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dicono che possono hanno scoperto un nuovo farmaco per il trattamento del melanoma metastatico, uno che utilizza le cellule tumorali del paziente per personalizzare la terapia. I risultati sono pubblicati nel numero di marzo della rivista Clinical Cancer Research.

Il farmaco è sunitinib, che è già stato approvato dalla FDA per il trattamento del cancro del rene e cancro stromale gastrointestinale. In questo studio di fase II sunitinib clinico dimostrato efficace contro le forme rare di melanoma che si verificano sulle parti del corpo che il sole non ha colpito - come le mucose della bocca, le piante dei piedi, e le palme della mano.

"Questa forma di cancro della pelle è particolarmente difficile da trattare, perché è resistente alla chemioterapia, una delle terapie standard per la maggior parte forme di cancro", dice David Minor, MD, direttore del ospedaliera Oncologia California Pacific Medical Center - una parte del rete Salute Sutter - e co-autore dell'articolo. "Studi dimostrano che singolo agente chemioterapico produce solo un tasso di risposta tra il 5 al 20 per cento in pazienti con questa forma di cancro. Quindi, avendo uno che produce una risposta di oltre il 50 per cento è un grande anticipo."




Le forme di melanoma che sono stati mirati in questo studio hanno tutti mutazioni in un gene chiamato KIT, il gene del recettore tirosin-chinasi. La mutazione rende una proteina anomala che poi spinge la crescita della cellula tumorale. Sunitinib funziona spegnendo che le proteine ​​e rallentare la crescita del cancro.

I ricercatori hanno testato sunitinib in dieci pazienti con stadio avanzato 4 melanoma metastatico che ha avuto il KIT mutazione. Di questi dieci, quattro sono stati in grado di completare il processo. Tre dei quattro hanno risposto positivamente al farmaco; uno aveva una completa scomparsa delle sue metastasi epatiche per 15 mesi; gli altri due avevano remissioni di sette mesi e un mese.

"Dobbiamo essere cauti a causa del piccolo numero di pazienti coinvolti in questo studio", dice Mohammed Kashani-Sabet, MD, un ricercatore senior presso l'Istituto di ricerca CPMC, direttore medico del Centro di CPMC per Melanoma Ricerca e la Cura e la co -Autore dello studio. "Tuttavia, questi risultati sono incoraggianti perché sono molto meglio di quanto ci si aspetterebbe di vedere con la chemioterapia per questa forma di melanoma, e per questo stadio della malattia."

I ricercatori dicono che il melanoma, come tutti i tumori, è diverso in persone diverse e che ci sono diverse mutazioni del gene a seconda del modulo. Identificando coloro che hanno la mutazione KIT - e sunitinib non avrebbe aiutato il paziente a meno che non avevano che la mutazione - sono in grado di personalizzare la terapia del cancro.

Perché è già stato approvato per il trattamento di altri tumori sunitinib è stato ben studiato in popolazioni di pazienti più grandi. Gli effetti collaterali possono includere affaticamento, bassa conta di sangue e un rash, ma è altrimenti ben tollerato dalla maggior parte delle persone che lo prendono.

Il passo successivo è quello di testare il farmaco in un più ampio studio multicentrico, forse anche coinvolto pazienti in una fase precedente della malattia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha