Promuovere meccanismi che causano depressione in cervello aumenta la resilienza, sorprendentemente

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I risultati dello studio sono stati pubblicati online il 18 aprile nella rivista Science.

I ricercatori della Scuola di Medicina Icahn al Monte Sinai sottolineano che nei topi resilienti allo stress sconfitta sociale (una fonte di stress continuo causato dalla perdita di una controversia o di una interazione ostile), le loro correnti di canale cazione, che passano gli ioni positivi in ​​dopamina neuroni, sono paradossalmente elevati in misura molto maggiore rispetto a quelli dei topi depressi e topi di controllo. Questo ha portato i ricercatori ad aumentare sperimentalmente la corrente di canali cationici con farmaci nei topi sensibili, quelle soggette alla depressione, per vedere se avrebbe migliorare coping e resilienza. Essi hanno scoperto che tale potenziamento dei canali cationici in neuroni dopaminergici causato i topi di tollerare l'aumento dello stress senza soccombere a sintomi di depressione legati, e inaspettatamente l'iperattività dei neuroni dopaminergici era normalizzata.

Allyson K. Friedman, PhD, Postdoctoral Fellow in Farmacologia e sistemi Therapeutics alla Scuola Icahn di Medicina Mount Sinai, e autore principale dello studio, ha dichiarato: "Per ottenere resilienza quando sotto stress sociale, il cervello deve compiere un atto di bilanciamento complesso in cui cambiamenti legati allo stress negativi nel cervello innescano attivamente cambiamenti positivi. Ma questo può avvenire solo una volta che le variazioni negative raggiungono un punto di non ritorno. "




Il team di ricerca optogenetics, una combinazione di ottica laser e trasferimento genico dei virus utilizzato, per controllare l'attività di cottura dei neuroni dopaminergici. Quando l'attivazione di luce o la lamotrigina droga è dato a questi neuroni, che guida la corrente e neurone sparare alto. Ma a un certo punto, si innesca meccanismi di compensazione, normalizza neurone cottura, e raggiunge una sorta di omeostatico (o bilanciato) resilienza.

"Con nostra sorpresa, abbiamo scoperto che i topi resistenti, invece di evitare cambiamenti deleteri nel cervello, esperienza cambiamenti ulteriori deleteri in risposta allo stress, e li usiamo benefico", ha detto Ming-Hu Han, PhD, a Icahn School of Medicine a Monte Sinai, che guida il gruppo di studio come senior autore.

DRS. Friedman e Han vedere questo risultato controintuitivo come stimolare la ricerca in una strategia antidepressivo concettualmente romanzo. Se un farmaco potrebbe migliorare di coping e la resistenza spingendo depressi (o sensibili) individui oltre il punto di non ritorno, che potenzialmente potrebbe avere meno effetti collaterali, e il lavoro come un antidepressivo che agisce più naturale.

Eric Nestler, MD, PhD, presso la Scuola Icahn di Medicina Mount Sinai ha elogiato lo studio. "In questo elegante studio, Dott. Friedman e Han ei loro colleghi rivelano altamente romanzo meccanismo che controlla la suscettibilità di un individuo o di resistenza allo stress sociale cronico. Le scoperte hanno implicazioni importanti per lo sviluppo di nuovi trattamenti per la depressione e altri disturbi legati allo stress . "

Lo studio, "Migliorare Depressione Meccanismi a Mesencefalo dopamina neuroni Raggiunge Homeostatic Resilience", è stato anche coautore di JJ Walsh, B. Juarez, S.M. Ku, D. Chaudhury, J. Wang, X. Li, D.M. Dietz, N. Pan, V.F. Vialou, Z. Yue, dalla Scuola Icahn di Medicina Mount Sinai di New York e RL Neve presso il Massachusetts Institute of Technology di Cambridge MA.

Istituto Nazionale di Salute Mentale di Grant R01 MH092306 e F32 MH096464 fornito sostegno per questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha