Prostate Cancer Vaccine viene prima di aumentare la sopravvivenza

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per la prima volta, i ricercatori hanno scoperto che una terapia immunologica romanzo aumenta la sopravvivenza di quasi il 18 per cento negli uomini con tumore avanzato della prostata che non risponde più alla terapia ormonale.

Il vaccino contro il cancro terapeutico, chiamato APC8015 (Provenge), è destinato a diventare un nuovo standard di cura per i pazienti con carcinoma della prostata metastatico. Lo studio UCSF guidato è il primo a dimostrare un beneficio di sopravvivenza da terapie immunologiche o vaccini nei pazienti con tumore avanzato della prostata.

"Siamo molto soddisfatti dei risultati. Una terapia che prolunga la vita ancora evita gli effetti collaterali di altri approcci terapeutici è chiaramente attraente per i pazienti e medici allo stesso modo", ha detto Eric Small, MD, UCSF professore di medicina e urologia e ricercatore principale dello lo studio.




Lo studio sarà presentato a Orlando, in Florida, il Sabato, 19 febbraio in un simposio cancro alla prostata sponsorizzato dalla American Society of Clinical Oncology, il Prostate Cancer Foundation, l'American Society for Therapeutic Radiology e Oncologia, e la Società di Urologia Oncologia.

Sebbene il nuovo agente è chiamato un vaccino, non è progettato per prevenire il cancro. Piuttosto, esso utilizza il sistema immunitario del paziente a riconoscere e attaccare le cellule tumorali esistenti. APC8015 è progettato per stimolare il sistema immunitario ad attaccare le cellule che esprimono fosfatasi acida prostatica (PAP), una proteina presente in circa il 95% delle cellule di cancro della prostata.

APC8015 è prodotto da raccolta di sangue di ciascun paziente, isolando le relative cellule immunitarie, e stimolando le cellule in modo che essi riconoscono PAP come "straniero". Il prodotto risultante, APC8015, viene somministrato per infusione endovenosa.

In questo studio, i ricercatori randomizzati 127 uomini con carcinoma della prostata metastatico asintomatica che ha risposto più alla terapia ormonale per ricevere il vaccino (82 uomini) o un placebo (45 uomini). I pazienti hanno ricevuto tre dosi di vaccino ad intervalli di due settimane, e sono stati seguiti per tre anni.

La sopravvivenza globale tra i pazienti trattati con il vaccino era 25,9 mesi, rispetto a 22 mesi nel gruppo placebo. Tre anni più tardi, più di tre volte il numero di pazienti di vaccino (34 per cento) erano ancora vivi, rispetto al gruppo placebo (11 per cento). Il trattamento è stato ben tollerato - febbre e agitazione sono stati segnalati come gli effetti collaterali più comuni, e in generale è scomparso entro due giorni dalla somministrazione del vaccino.

Vaccini terapeutici sono allo studio nel trattamento di altri tipi di cancro, tra cui linfoma, leucemia e tumori del cervello, della mammella, del polmone, del rene, ovaio, pancreas, colon, retto.

Nel 2004, 26.000 uomini negli Stati Uniti sono morti di cancro alla prostata. Il cancro alla prostata è il tumore della pelle non-più spesso diagnosticata negli Stati Uniti e il terzo tumore più comune a livello mondiale, secondo l'American Cancer Society. Dei 185.000 uomini diagnosticati ogni anno negli Stati Uniti, si stima che il 10-15 per cento già metastasi al momento della diagnosi, e un altro 20 per cento stimato si svilupperà la malattia metastatica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha