Proteggere i bambini in primo luogo con H1N1 Vaccino antinfluenzale, dice Nazionale Pediatric Malattie Expert

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il modo ottimale per controllare l'influenza suina, il nuovo virus H1N1 che è emerso come una minaccia globale nel 2009, è quello di vaccinare i bambini con la prevista influenza H1N1 colpo, dice il co-direttore della University of Alabama a Birmingham (UAB) Division of Pediatric Malattie infettive.

"I bambini sono il gruppo più a rischio per la diffusione del virus tra di loro, e di conseguenza, diffondendo in giro la loro comunità", dice di UAB David Kimberlin, MD, uno dei quattro medici americani che fanno parte del comitato di sorveglianza di sicurezza federali revisione di studi clinici di vaccini H1N1. Il comitato fa parte della Divisione di Microbiologia e Malattie infettive presso l'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive.

"Come un occhio di bue, al centro del bersaglio è quello che vaccinare in modo che non si vede infezioni negli anelli concentrici intorno al centro", dice Kimberlin. "Il centro della protezione occhio di bue dovrebbe essere bambini."




Prospettive 'Gli Stati Uniti per lo sviluppo e la distribuzione di un vaccino sicuro ed efficace per prevenire l'infezione con l'attuale virus H1N1 sono eccellenti, dice Kimberlin.

"Il National Institutes of Health stanno conducendo una serie di studi in tutto il paese a particolari siti di valutazione dei vaccini hanno avuto allestiti per 40-60 anni, e hanno arruolato diverse migliaia di pazienti in questi studi," dice. "Sono a quel consiglio di sorveglianza federale e guardiamo i dati di vaccino per la sicurezza costante. Questi studi stanno andando molto bene."

Il ragionamento dietro rendendo i bambini la massima priorità viene da decenni di esperienza con la trasmissione di influenza, le strategie di prevenzione, monitoraggio infezione e molti altri fattori. Inoltre, i bambini di età inferiore ai 5 anni sono a maggior rischio di complicanze da influenza.

Una volta che il vaccino è disponibile, che dovrebbe essere nel mese di ottobre, bambini da 6 mesi di età e anziani, adolescenti e giovani adulti a 24 anni saranno tra i primi gruppi mirati dai Centers for Disease Control comitato consultivo in materia di pratiche di immunizzazione per ricevere il scatti.

Le donne in gravidanza, gli adulti che hanno condizioni mediche ad alto rischio e gli operatori sanitari che sono fornitori di cure dirette sono tra gli altri, che saranno fornite dalle prime inquadrature, dice Kimberlin, che è un membro della American Academy of Pediatrics comitato sulle malattie infettive e direttore associato del dell'accademia Red Book, un manuale di trattamento pediatrico venerato.

Le decisioni circa l'espansione o stabilire le priorità per la vaccinazione deve essere effettuata in conformità con la situazione locale in base al giudizio di statali e di contea funzionari sanitari, consiglia Kimberlin.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha