Protein scienziati Unmask Key HIV, Open Door Per più potenti farmaci contro l'AIDS

Giugno 3, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"C'è un grosso buco in terapie attuali, in che tutti loro prevenzione nuova infezione, ma nessuno attaccare le cellule che sono già infetti e nascosti dalla risposta immunitaria", spiega Kathleen L. Collins, MD, Ph.D., lo studio della senior autore e professore associato di messaggistica unificata sia in medicina interna e microbiologia e immunologia.

Nelle persone affette da HIV (virus dell'immunodeficienza umana), il virus che causa l'AIDS, c'è un problema irrisolto con farmaci anti-virali correnti. Sebbene salvavita, non possono sradicare il virus dal corpo. Cellule infette sono in grado di vivere, non rilevati dal sistema immunitario, e di fornire i macchinari per il virus di riprodursi e diffondersi.




"La gente deve essere sui farmaci esistenti, e quando non lo sono, i rimbalzi virus. Se siamo in grado di sviluppare farmaci che cercano e sradicare gli altri stabilimenti per il virus, allora forse potremmo sradicare la malattia in quella persona," Collins dice.

Dettagli di ricerca

Dettagli La nuova ricerca le complesse azioni di una proteina, l'HIV-1 Nef, che è noto per mantenere le cellule del sistema immunitario di fare loro normali lavori di individuare e uccidere le cellule infette.

Collins e il suo team mostrano come Nef disabilita due principali attori del sistema immunitario all'interno di una cellula infetta. Queste sono molecole chiamate complesso maggiore di istocompatibilità (MHC 1 proteine-1) che presentano antigeni di HIV al sistema immunitario, e CD4, il recettore della superficie cellulare che blocca normalmente su un virus e permette di entrare nella cellula.

Collins paragona MHC-1 di rilevatori di movimento su una casa, che inviano il primo segnale di una stazione di monitoraggio se un invasore si rompe in.

"Il sistema immunitario, in particolare i linfociti T citotossici, sono come i monitor che ricevono il segnale che c'è un invasore straniero all'interno della cellula, e inviare le auto della polizia", ​​dice. "La 'polizia' sono sostanze chimiche tossiche prodotte dalle cellule linfociti T, che uccidono la cellula che ospita l'invasore."

Con in effetti spingendo le proteine ​​MHC-I in "cestino" di una cellula infetta in modo non riescono ad avvisare i linfociti T, le azioni di Nef permettono virus attivo per nascondere inosservato e riprodursi. Inoltre, una volta che una cellula è stato infettato, Nef distrugge CD4. Il risultato è che ciò incoraggia nuovo virus a diffondersi cellule non infette.

Attività di Nef sono variabili e complessi. Ma i risultati del gruppo di ricerca suggeriscono che i molti meccanismi coinvolti possono finire in una fase finale comune. Questo potrebbe permettere di trovare un farmaco che potrebbe bloccare diverse funzioni Nef.

Implicazioni

Lab Collins 'è ora proiettato farmaci candidati per trovare inibitori promettenti Nef. Tali farmaci, che sono almeno 10 anni di distanza da utilizzare nelle persone, potrebbero completare, non sostituire, i farmaci anti-virali dato a persone con infezione da HIV già esistente. I nuovi farmaci dovrebbero indirizzare i bacini in cui il virus si nasconde.

Nei paesi in via di sviluppo, i nuovi farmaci potrebbero avere un impatto enorme, dice Collins. Oggi, i bambini nati con infezione da HIV iniziare a prendere i farmaci anti-HIV esistenti alla nascita. E 'molto difficile continuare a trattamenti costosi per tutta la vita. Ma se i bambini potessero essere curate entro pochi anni, gli sforzi globali di trattamento dell'HIV potevano diffondere i loro dollari ulteriormente ed essere molto più successo, dice.

Citation: PLoS Pathogens, doi: 10.1371/journal.ppat.1000131

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha