Proteine ​​HIV svela bersaglio del vaccino

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nel nuovo studio, i ricercatori provenienti da Stati Uniti, Svezia e Francia hanno esplorato la struttura e il comportamento del complesso proteina dell'involucro HIV, che potrebbe servire come componente di un vaccino volto a suscitare il sistema immunitario umano a generare anticorpi contro l'HIV.

"Con l'apertura di queste regioni meno esposte, potremmo essere in grado di aumentare in modo più ampio gli anticorpi cross-reattivi per HIV," ha dichiarato R. Holland Cheng, professore di biologia molecolare e cellulare presso UC Davis e autore senior dello studio.




HIV infetta un tipo di globuli bianchi chiamati la cellula CD4 T, indebolendo il sistema immunitario e che porta all'AIDS. HIV attribuisce a queste cellule attraverso il complesso proteina dell'involucro, che si compone di tre proteine ​​gp120 e gp41 tre proteine, Cheng detto.

Innanzitutto, la proteina gp120 lega a una proteina CD4 sulla membrana della cellula vittima. Poi usa gp41 di un buco attraverso la membrana.

UC Davis studente laureato Carlos Moscoso e scienziato del progetto Li Xing, che lavora nel laboratorio di Cheng, hanno usato un microscopio cryoelectron per studiare la struttura del complesso e come cambia quando è esposto a un pezzo della proteina CD4. Un microscopio cryoelectron deriva immagini tridimensionali delle strutture proteiche complesse da campioni congelati in azoto liquido.

Essi hanno scoperto che quando il complesso proteina HIV lega a una proteina CD4, ruota e appiattisce, esponendo più delle proteine ​​gp41 nel mezzo - probabilmente permettendo la proteina gp41 di avvicinarsi alla membrana cellulare in modo che possa agganciare.

È anche potenzialmente espone una zona del virus che sarebbe vulnerabile agli attacchi da parte del sistema immunitario, Cheng detto. Se una persona sono stati vaccinati e aveva anticorpi contro tale regione della proteina, potrebbero essere in grado di fermare il virus al punto di invadere la cellula CD4 T.

La proteina gp120 stesso varia considerevolmente tra ceppi, così è stato difficile fare un vaccino efficace contro di esso. Ma queste regioni proteine ​​nascoste variano meno tra i diversi ceppi di HIV, ha detto Cheng.

Il gruppo di Cheng è parte del consorzio di ricerca HIV e Design formata dai National Institutes of Health per perseguire nuovi obiettivi per i vaccini contro l'HIV. In futuro lavoro, il consorzio prevede di testare gli anticorpi potenti da persone sieropositive che sono sopravvissuti senza sviluppare l'AIDS, per vedere se gli anticorpi riconoscono i nuovi potenziali bersagli vaccino.

Il complesso proteina dell'involucro è stato preparato da Novartis Vaccines Diagnostics e Inc. di Cambridge, Mass.

Gli altri autori del documento sono: Selina Poon, Dominik verde e Frank Lin presso il Dipartimento di Biologia Molecolare e Cellulare, UC Davis; Yide Sun, Elaine Kan, Susan Barnett e Indresh Srivastava, a Novartis; Loпc Martin, Commissariat а l'Йnergie Atomique, Francia; e Anders Vahlne, Karolinska Institute, in Svezia.

Il lavoro è stato finanziato dal NIH.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha