Proteine ​​in 'colesterolo buono' potrebbe essere una chiave per il trattamento dell'ipertensione polmonare

Maggio 21, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Usando un modello di roditore, i ricercatori hanno dimostrato che un peptide che imita parte della proteina principale di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), il cosiddetto colesterolo "buono", può contribuire a ridurre la produzione di lipidi ossidati a ipertensione polmonare. Hanno anche scoperto che riducendo la quantità di lipidi ossidati migliorato la funzione cardiaca e polmonare dei roditori.

Lo studio appare nella corrente edizione online della rivista Circulation peer-reviewed.




Una condizione progressiva rara, l'ipertensione polmonare può colpire persone di tutte le età. La malattia rende più difficile per il cuore di pompare il sangue attraverso questi organi vitali, che possono portare a insufficienza cardiaca.

"La nostra ricerca aiuta a svelare i meccanismi coinvolti nello sviluppo di ipertensione polmonare", ha detto il dottor Mansoureh Eghbali, autore senior dello studio e professore associato di anestesiologia presso la David Geffen School of Medicine della UCLA. "Un peptide chiave relative al HDL colesterolo che possono aiutare a ridurre questi lipidi ossidati può fornire un nuovo bersaglio per lo sviluppo di un trattamento."

Lipidi come gli acidi grassi diventano ossidato quando sono esposti ai radicali liberi - minuscole particelle che sono prodotte quando il corpo converte il cibo in energia - o quando sono esposti all'inquinamento, e in numerosi altri modi.

Anche se i ricercatori hanno saputo che i lipidi ossidati giocato un ruolo nello sviluppo di aterosclerosi e altre malattie vascolari, il team di UCLA ha scoperto livelli di proteine ​​ossidate superiori al normale in roditori affetti da ipertensione polmonare.

I ricercatori UCLA inoltre sapevano che apoA-1, una proteina che è un componente chiave di colesterolo HDL, può ridurre i lipidi ossidati, quindi hanno usato un piccolo peptide chiamato 4F che imita l'azione di apoA-1 e hanno scoperto che la 4F non solo è diminuito i livelli di lipidi ossidati nei roditori, ma anche migliorato la loro funzione cardiaca e polmonare.

In particolare, il peptide ripristinato l'espressione alterata di una molecola chiave chiamata micro acido ribonucleico (microRNA-193), che si rivolge l'azione di enzimi essenziali coinvolti nella produzione di lipidi ossidati.

"Le maggiori quantità di questi lipidi ossidati a causa di ipertensione polmonare mantiene l'espressione di questa molecola sotto controllo, che aggrava i sintomi della malattia", ha detto il primo autore Dr. Salil Sharma, un ricercatore post-dottorato UCLA in anestesiologia. Ripristinando l'espressione di microRNA-193 per il suo pieno potenziale, i ricercatori hanno ridotto la quantità di lipidi ossidati negli animali affetti da ipertensione polmonare.

Una delle caratteristiche di ipertensione polmonare è una proliferazione delle cellule muscolari lisce nei polmoni, che è dannoso perché restringe piccoli vasi sanguigni dei polmoni. Inoltre, il team di Eghbali trovato ridotto i livelli di microRNA-193 nel sangue e tessuto polmonare di pazienti umani con la malattia e ha scoperto che potrebbero rallentare la proliferazione delle cellule muscolari lisce, aumentando i livelli di microRNA-193 nelle cellule che erano state isolate dai polmoni di questi pazienti.

Ulteriori ricerche saranno necessarie per testare le potenzialità del peptide HDL-correlati e microRNA-193 in malattie umane, e per capire meglio come i livelli di lipidi ossidati nel sangue possono correlare alla gravità della malattia nelle persone con ipertensione arteriosa polmonare.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha