Pterostilbene, una molecola simile a resveratrolo, come potenziale trattamento per l'obesità

Luglio 30, 2015 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pterostilbene è un composto fenolico nella stessa famiglia di resveratrolo ed è presente in piccole quantità in una grande varietà di alimenti e bevande come mirtilli o vino rosso. In collaborazione con il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), i ricercatori della UPV/del EHU 'Nutrizione e Obesità' Group, che appartiene al Centro di ricerca spagnolo biomedica in Fisiopatologia della Obesità e Nutrizione (CIBERobn) dell'Istituto Carlos III di Sanità , hanno osservato in modelli animali che la sua amministrazione riduce l'accumulo di grasso corporeo, che potrebbe ridurre il rischio di sviluppare altre malattie come il diabete.

L'obesità è una malattia cronica causata da una serie di fattori e definito come un eccessivo accumulo di grasso corporeo. Si tratta di una malattia metabolica molto diffusa nei paesi sviluppati e un fattore di rischio significativo per lo sviluppo di alcune patologie e alterazioni come insulino-resistenza, diabete, fegato grasso, alterazioni dei lipidi plasmatici e ipertensione, tra gli altri.

Le linee guida tradizionali per prevenire e trattare l'obesità includono seguito di una dieta a basso contenuto calorico e di fare attività fisica moderata nel lungo termine. Tuttavia, l'efficacia di queste strategie è limitato e il successo ottenuto non è sempre quella desiderata. In questo contesto, compresi ingredienti funzionali nella dieta apre nuove prospettive di trattamento. Un esempio di questi ingredienti sono composti fenolici, uno dei quali è pterostilbene.




Pterostilbene è presente in piccole quantità in tutta una serie di cibi e bevande come uva, mirtilli, arachidi e vino rosso e ampiamente consumati dagli esseri umani. In questo momento ci sono pochi studi che analizzano gli effetti di questa molecola e si concentrano principalmente sul cancro. Lo studio condotto in questa ricerca è il primo pezzo pre-clinica di lavoro che analizza gli effetti di questo composto fenolico sull'obesità nel modello animale. In questo modello, pterostilbene taglia grasso corporeo a causa di una riduzione della sintesi del grasso nel tessuto adiposo e un aumento della sua ossidazione nel fegato.

Questi risultati promettenti, che hanno portato a un brevetto, potrebbe essere il punto di partenza per lo svolgimento di studi futuri interventi negli esseri umani e progettato per confermare questo effetto anti-obesità.

(0)
(0)
Articolo successivo Miglior Student Laptop 2014

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha