Qual è il miglior test per il cancro del collo dell'utero? Pap, HPV o entrambi?

Maggio 22, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nel caso degli Stati Uniti le donne essere sottoposti a screening per il cancro del collo dell'utero con Pap test, test HPV o entrambi? Secondo i ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) e Boston Medical Center (BMC), mentre i meriti di test di screening e di screening intervalli garantiscono ulteriore discussione, credono fermamente che l'aumento del numero di donne che partecipano a screening per il tumore e garantire che le donne non sono persi al follow-up, con intervalli di screening allungate è più importante la scelta dei test per ridurre i tassi di cancro cervicale.

In un commento in problemi di questa settimana su Annals of Internal Medicine, Drs. Rebecca Perkins e Elizabeth Stier forniscono informazioni sui vantaggi e le limitazioni di screening del cancro del collo dell'utero che parlano i vantaggi, gli svantaggi e le questioni relative allo screening con Pap test, solo i test HPV solo, o Pap e test HPV insieme.

Il Pap test è stato considerato una pietra miliare della salute delle donne per più di 60 anni. In una nuova era di prevenzione del cancro del collo dell'utero, la FDA ha approvato nel 2014 il test Cobas HPV come strumento di screening primario per il cancro del collo dell'utero per le donne di età compresa tra 25 e più anziani. Tuttavia, non è ancora per quanto riguarda come il test HPV solo sarà raccomandato per lo screening.




Secondo i ricercatori, test sia con Pap test e HPV insieme (co-testing), rileva la più cervicale pre-cancro, ma il miglioramento rispetto test HPV solo è piccolo. "Un test singolo Pap non fornisce una buona protezione contro il cancro, ma ripetere il test ogni tre anni ha dimostrato di ridurre efficacemente i tassi di cancro, ed è l'unico metodo per il quale sono disponibili, i dati a lungo termine", ha spiegato il co-autore Rebecca Perkins, MD, MSc, assistente professore di Ostetricia e Ginecologia presso BUSM e un ginecologo a BMC. Domande rimangono tuttavia per quanto riguarda il costo di ciascuna prova, e quanto spesso le donne verrà chiesto di essere proiettati.

"Dobbiamo anche ricordare che la maggior parte dei tumori cervicali si verifica in donne che non hanno avuto alcuna proiezione recente e che l'aumento dei tassi di vaccinazione HPV anche essere importanti per ridurre i tassi di cancro cervicale in futuro", ha aggiunto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha