Quando si tratta di astinenza Ragazzi, adulti non parlano la stessa lingua

Marzo 14, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'astinenza può significare cose diverse per gli adolescenti che per gli adulti. Questa è una ragione per cui i programmi solo-astinenza non hanno effetti forti nella prevenzione di attività sessuale degli adolescenti, secondo una nuova ricerca dell'Università di Washington.

"Gli interventi che sono stati creati per incoraggiare l'astinenza hanno trattato l'astinenza e l'attività sessuale come opposti. Tuttavia, gli adolescenti dicono di non pensare a loro come opposti", ha detto Tatiana Masters, autore di un nuovo studio e UW dottorando nel sociale . "Questi interventi sono meno probabilità di lavorare a programmi di educazione sessuale più complete perché non si incontrano gli adolescenti dove sono, e stanno parlando una lingua diversa."

Lo studio ha dimostrato che gli atteggiamenti e le intenzioni di sesso erano più potenti di atteggiamenti e le intenzioni circa essere astinente.




"Questo documento dimostra che l'aumento astinenza intenzione non porta a meno sesso. Infatti, quando l'intenzione e l'intenzione astinenza sesso interagiscono tra loro un adolescente è più probabilità di avere rapporti sessuali", ha detto Masters.

Piuttosto che essere una scelta uno o, ha detto, la decisione di un adolescente a diventare sessualmente attivi può essere paragonato a salire su una scala mobile. In un primo momento, gli adolescenti non pensano al sesso molto. Una volta che passo sulla scala mobile il primo passo è l'astinenza. Poi, come cominciano a essere consapevoli di sesso, ci sono altri passi e le scelte da fare che alla fine portano ad avere rapporti sessuali.

Lo studio ha coinvolto 365 adolescenti - 230 ragazze e 135 ragazzi - reclutati da centri sociali, programmi per la gioventù e dopo-scuola programmi per un progetto di ricerca più ampio test un intervento per ridurre i comportamenti a rischio HIV tra i giovani adolescenti a Seattle.

I partecipanti hanno compilato i questionari prima di avviare il più grande intervento di HIV, otto settimane più tardi, quando l'intervento è stato completato, e poi sei e 12 mesi più tardi. I questionari hanno valutato atteggiamenti e le intenzioni degli adolescenti di essere astinente e fare sesso e ha chiesto anche sulla loro attività sessuale nei sei mesi precedenti.

All'inizio dello studio, 11 per cento dei ragazzi e il 4 per cento delle ragazze aveva avuto un rapporto sessuale. Questi numeri sono aumentati al 12 per cento dei ragazzi e l'8 per cento delle ragazze sei mesi dopo e il 22 per cento dei ragazzi e il 12 per cento delle ragazze un anno dopo.

Attualmente non ci sono fondi federali per un programma globale di educazione sessuale nel paese, ma i finanziamenti per i programmi solo-astinenza si è moltiplicato, passando da 9.000 mila dollari nel 1997 a 176 milioni dollari nel 2007.

Nel documento, tuttavia, i ricercatori concludono che "i nostri risultati sollevano serie preoccupazioni circa l'approccio solo-astinenza come metodo di riduzione del rischio per il comportamento sessuale degli adolescenti."

Masters ha aggiunto: ". Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di gravidanze adolescenziali tra le nazioni in via di sviluppo, e tassi di malattie sessualmente trasmissibili in questo paese sono alti i rischi sono reali, e se la gente vuole mantenere i ragazzi al sicuro dai risultati negativi del sesso, l'astinenza programmi -solo non sono la strada da percorrere programmi più completi che includono l'astinenza come una scelta sono molto più probabilità di avere i risultati che vogliamo -.. che gli adolescenti alla fine sarà in una relazione sessuale positiva e soddisfacente "

Ha detto che lo studio non era una valutazione di programmi solo-astinenza, notando che altri studi hanno dimostrato che non hanno un effetto sulla ritardare l'attività sessuale. Parte del problema è il modo astinenza viene insegnato.

"I programmi solo-astinenza spesso guardano solo i negativi del sesso, non il positivo. Ciò è particolarmente importante per le giovani donne che hanno bisogno di avere il controllo su di fare sesso e fare sesso sicuro", ha detto Masters. "Con questi programmi si sente spesso 'sex appena succede' e gli adolescenti fanno sesso meno sicuro. Questo toglie gli adolescenti hanno una scelta, e questo porta al sesso più pericoloso con malattie a trasmissione sessuale e gravidanze più."

L'Istituto Nazionale di Salute del Bambino e lo Sviluppo Umano e l'Istituto Nazionale di Salute Mentale sostenuto lo studio pubblicato in questo numero di prospettive giornale sulla salute sessuale e riproduttiva. Co-autori della carta sono Blair Beadnell e Marilyn Hoppe, UW Facoltà di ricercatori Social Work; Diane Morrison, UW professore di lavoro sociale; e Mary Gillmore, direttore della Scuola Arizona State University di lavoro sociale. Gillmore era alla UW, quando è stata condotta la ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha