Quasi la metà degli adulti statunitensi con alta pressione sanguigna ha tutto sotto controllo

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Quasi la metà degli adulti statunitensi con alta pressione sanguigna avuto la loro pressione sanguigna sotto controllo entro la fine del 2010 - un aumento significativo dall'inizio del decennio, i ricercatori riferito sulla rivista Circulation American Heart Association.

Miglioramenti nel controllo della pressione sanguigna sono stati molto probabilmente a causa di un più ampio uso di molteplici combinazioni di farmaci, hanno detto i ricercatori.

I ricercatori del National Center for Health Statistics (NCHS) intervistato 9.320 partecipanti ipertesi in Health and Nutrition Examination Survey nazionale (NHANES) 2001-10. Entro la fine del 2010, il 47 per cento aveva controllato la pressione sanguigna - dal 29 per cento 10 anni prima.




L'indagine di persona è il primo a confrontare i tassi di controllo della pressione del sangue prima e dopo le Joint National Committee (JNC7) linee guida di trattamento sono stati pubblicati nel 2003.

Secondo le linee guida JNC7, molti pazienti possono avere bisogno di terapia di combinazione con due o più farmaci per ottenere un controllo della pressione arteriosa adeguata.

Nello studio, quasi i due terzi di coloro che sulla terapia di combinazione hanno controllato la pressione sanguigna entro il 2010, e l'uso di più farmaci è aumentato da 37 per cento nel 2001 al 48 per cento entro il 2010.

Rispetto con l'utilizzo di un farmaco, le combinazioni singole e multiple-pillola sono stati associati con il 55 per cento e del 26 per cento maggiore probabilità di controllo, rispettivamente.

"Molti progressi sono stati fatti nel controllo della pressione sanguigna nel corso dell'ultimo periodo di 10 anni e l'uso di molteplici combinazioni di farmaci apparentemente ha avuto un effetto", ha detto Qiuping Gu, MD, Ph.D., un epidemiologo presso il NCHS.

Riduzione dei costi dei farmaci e la loro disponibilità in forma generica, nonché una maggiore consapevolezza del rischio di ipertensione non controllata ha anche avuto un effetto positivo.

Ma alcune questioni continuano ad essere problematico, hanno detto i ricercatori.

Le linee guida nazionali di trattamento dell'ipertensione raccomandati diuretici tiazidici come terapia iniziale farmaci per la maggior parte dei pazienti con ipertensione non complicata, ma il loro uso complessivo rimane relativamente basso. Inoltre, "quasi la metà della popolazione di ipertesi non trattati con terapia di combinazione", ha detto Charles F. Dillon, MD, Ph.D., co-autore dello studio.

Inoltre, i tassi erano più bassi per gli anziani americani, afro-americani e le persone con diabete e malattia renale cronica. Messicano-americani erano meno probabilità di prendere qualsiasi tipo di farmaco di pressione sanguigna.

"Mentre ci sono probabilmente diversi fattori coinvolti, più deve essere imparato a conoscere il motivo per cui solo il 34 per cento dei messicani-americani con ipertensione hanno la loro pressione sanguigna sotto controllo", ha detto Gu. I partecipanti sono stati invitati solo i farmaci utilizzati nel mese precedente, così coloro che potrebbero aver preso farmaci in precedenza sono stati classificati come non-utenti.

Inoltre, NHANES misurazione della pressione sanguigna sono stati raccolti solo una volta, per cui alcune persone nello studio siano stati classificato erroneamente.

Altri co-autori sono: Vicki L. Burt, Sc.M., R.N .; Charles F. Dillon, M.D., Ph.D .; e Sarah Yoon, Ph.D. Autore informativa sono sul manoscritto.

NCHS fa parte dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Per informazioni pressione alta visitare www.heart.org/hbp.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha