Raddoppio delle infezioni a trasmissione sessuale tra le oltre-45s in meno di un decennio

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I tassi di infezioni sessualmente trasmesse sono raddoppiate tra i 45 giri più in meno di un decennio, rivela la ricerca pubblicata prima della stampa nella rivista Le infezioni a trasmissione sessuale.

L'attenzione quasi esclusiva sulla salute sessuale dei giovani, anche in indagini nazionali di comportamento sessuale, ha avuto la tendenza a ignorare i gruppi più anziani, che sono anche a rischio, affermano gli autori.

I ricercatori hanno monitorato il numero di infezioni trasmesse sessualmente (STI) diagnosticati in 19 cliniche di salute sessuale e segnalati alla Surveillance Unit Regional Protection Agency la salute nel West Midlands.




Il periodo di analisi attraversato otto anni tra il 1996 e il 2003 compresi. In totale, 4.445 episodi di STI sono stati identificati tra le persone di età compresa tra 45 anni e più in quel periodo. La maggior parte di questi erano in uomini e donne etero.

L'infezione più comunemente diagnosticato tra i 45s oltre era condilomi genitali, che rappresentano quasi la metà (45%) degli episodi. Herpes è stato il successivo più comune, rappresentando quasi uno su cinque (19%).

Uomini e quelli di età compresa tra 55 e 59 anni erano significativamente più probabilità di avere un STI di chiunque altro.

Tra le donne, i tassi erano più alti tra quelli di età compresa tra i 45 ei 54; tra gli uomini, i tassi erano più alti tra quelli di età compresa da 55 a 60 plus.

Casi di Chlamydia, herpes, verruche, gonorrea e sifilide tutto forte aumento. E il tasso cumulativo di infezioni più che raddoppiato da 16,7 a 100, 000 della popolazione nel 1996 al 36,3 per 100.000 della popolazione nel 2003.

E nel 1996, questo gruppo di età compresa 3,9% di tutte le visite cliniche; entro il 2003, questo era salita al 4,5%.

Mentre il numero di infezioni identificate in gruppi di età più giovani è aumentato del 97% durante il periodo dello studio, quelli individuati nei 45s oltre aumentato 127%.

I programmi volti a prevenire le infezioni a trasmissione sessuale dovrebbero essere adattati verso diversi gruppi di età e di fare di più per sfatare i miti e le ipotesi circa il livello di attività sessuale tra i gruppi di età più avanzata, affermano gli autori.

"Infatti, si può sostenere che gli anziani sono più suscettibili [alle infezioni sessualmente trasmissibili] in quanto sono meno propensi a usare il preservativo rispetto alle persone più giovani", dicono, aggiungendo che le onde come successive di persone con atteggiamenti sessuali liberali più e comportamenti età , il problema rischia di peggiorare.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha