Radiazioni Prima Chirurgia migliora il cancro del pancreas risultati, studio mostra

Maggio 7, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il tumore al pancreas è uno dei più letali e più difficili da trattare tumori. Ora, in un importante passo in avanti, i ricercatori del NewYork-Presbyterian Hospital/Weill Cornell Medical Center hanno dimostrato che la somministrazione di radioterapia prima dell'intervento quasi raddoppia la sopravvivenza nei pazienti con cancro del pancreas con tumori operabili.

"I pazienti che hanno ricevuto pre-chirurgica (neoadiuvante) radiazioni avevano quasi il doppio della sopravvivenza complessiva rispetto ai pazienti simili che non sono stati sottoposti radiazioni, e sopravvissuto significativamente più lungo rispetto ai pazienti che hanno ricevuto radiazioni dopo il tumore è stato rimosso", dice l'autore senior dello studio, Dr. David Sherr, assistente professore di oncologia di radiazione clinica al Weill Cornell Medical College, e un oncologo di radiazioni a NewYork-Presbyterian Hospital/Weill Cornell Medical Center.

I risultati sono pubblicati nel numero 15 novembre della International Journal of Radiation Oncology, biologia e fisica.




Il tumore del pancreas rimane la malignità quinto mortale negli Stati Uniti, uccidendo oltre 32.000 americani ogni anno. Non è in genere rilevato fino a quando è già in fase avanzata, quando la cura è raramente possibile. Infatti, il tasso di sopravvivenza a cinque anni per un cancro al pancreas è stato bloccato a soli 5 per cento negli ultimi 25 anni.

Perché tumori pancreatici sono spesso diffuse o sono direttamente invaso strutture critiche nel momento in cui vengono rilevati, solo il 15 al 20 per cento dei pazienti che sono considerati candidati idonei per la rimozione chirurgica (resezione) del tumore. E mentre la radioterapia post-operatoria è stata a lungo utilizzata per sterilizzare le cellule tumorali residue che potrebbero non sono stati rimossi da un intervento chirurgico, l'idea di utilizzare la radiazione prima della resezione è stata una controversa.

"Ci sono benefici potenziali per fornire radiazione prima dell'intervento piuttosto che dopo", osserva il dottor Sherr. "Radiation potrebbe effettivamente aumentare il numero di persone che possono beneficiare di resezione del tumore, il tumore, riducendo quindi più pericolo strutture vitali, come i principali vasi sanguigni in prossimità del pancreas."

Inoltre, le radiazioni neoadiuvante potrebbe rendere le cellule meno probabilità di stabilire metastasi del cancro - una considerazione importante, dal momento che la chirurgia può gettare le cellule tumorali randagi nel flusso sanguigno.

"Le radiazioni potrebbe anche fornire maggiori benefici se somministrato prima dell'intervento, dal momento che la radioterapia è più efficace nei tessuti tumorali ben ossigenate. Dopo l'intervento, il tessuto è spesso meno ossigenato a causa dello sviluppo di tessuto cicatriziale", osserva il dottor Sherr.

Infine, i pazienti sono tipicamente più in grado di tollerare facilmente radioterapia prima dell'intervento chirurgico piuttosto che dopo l'operazione, quando sono spesso deboli e richiedono un periodo di convalescenza prolungato prima che siano abbastanza bene per ricevere ulteriori trattamenti.

Tuttavia, fino ad ora, gli autori sono a conoscenza di nessuno studio principale che ha suggerito che la radiazione neoadiuvante avuto alcun vantaggio rispetto radioterapia postoperatoria in termini di sopravvivenza per i pazienti con tumori resecabili.

In questa analisi retrospettiva, Dr. Sherr - insieme a Weill Cornell Graduate School of student Scienze Mediche Alexander Stessin e NewYork-Presbyterian/Weill Cornell radiazione oncologia residente Dr. Joshua Meyer - ha analizzato i dati di 3.885 casi di cancro al pancreas resecato, registrato tra il 1994 e il 2003 come parte della nazionale di sorveglianza, epidemiologia e End Results (SEER) del database del Registro.

Di questi casi, 2.337 (60 per cento) dei pazienti aveva ricevuto la sola chirurgia, 1.478 (38 per cento) ha ricevuto radiazioni dopo la resezione, e 70 (2 per cento) ha ricevuto radioterapia neoadiuvante.

Il team ha scoperto che la sopravvivenza globale dei pazienti che hanno ricevuto radioterapia neoadiuvante è stata di 23 mesi, rispetto a 17 mesi per quelli trattati con radioterapia post-chirurgica e soli 12 mesi per i pazienti che hanno ricevuto la sola chirurgia.

Controllo per le variabili come l'età dei pazienti, il sesso, lo stadio del cancro, grado e anno di diagnosi, hanno scoperto che le radiazioni neoadiuvante ha tagliato il rischio di morte per i pazienti del 45 per cento rispetto ad altre strategie di trattamento, e del 37 per cento rispetto a radiazioni eseguita dopo l'intervento chirurgico.

Perchè il miglioramento nei risultati? "Può darsi che nel restringimento del tumore, radiazioni pre-operatoria permette al chirurgo più di un margine di tessuto sano su cui lavorare. A causa di ciò, i pazienti hanno meno probabilità di avere la malattia residua microscopica," il Dott Sherr specula.

Egli ha sottolineato che i risultati hanno bisogno di essere verificata da uno studio randomizzato, prospettico di prova - il gold standard della ricerca medica - prima di eventuali raccomandazioni impresa possono essere fatte. Dr. Sherr spera che tale processo sarà condotto in futuro.

"Nel frattempo, questa è una notizia incoraggiante per i pazienti", dice. .. "E pensare che ci possa essere un reale vantaggio di radiazione di pre-operatoria Proprio ora, quando un tumore al pancreas è considerato operabile, i pazienti di solito vanno direttamente alla chirurgia Questo suggerisce che - in alcuni casi almeno - potremmo essere in grado di aumentare le probabilità di guarigione, se si impiegano radiazioni prima. È necessario un maggiore studio, ma credo che questo tipo di ricerca ha il potenziale per cambiare la pratica. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha