Radioterapia dopo benefici mastectomia le donne con cancro al seno che si è diffuso a pochi linfonodi

Marzo 30, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne in cui il cancro al seno si è diffuso a pochi linfonodi sotto il braccio sono meno probabilità di avere la loro malattia si ripresentano o morire da esso se hanno radioterapia dopo mastectomia, secondo una nuova ricerca che sarà presentato alla European Breast Cancer Conference (EBCC -9) il Giovedi e pubblicato su The Lancet oggi (Mercoledì).

Dr Paul McGale dirà la riunione che, fino ad ora, non vi è stata incertezza se le donne con carcinoma mammario in fase iniziale che si è diffuso ad appena uno, due o tre linfonodi sotto il braccio ottengono alcun beneficio dalla radioterapia dopo l'intervento chirurgico. Tuttavia, i suoi risultati mostrano che la radioterapia aumenta le loro possibilità di libera da malattia residua e riduce il rischio di morire di cancro al seno.

"Un altro risultato del nostro studio è che i benefici proporzionali di radioterapia erano simili in donne indipendentemente della chemioterapia o meno di aver anche ricevuto o la terapia ormonale. Questo è importante perché la maggior parte delle donne di oggi riceve queste terapie. I nostri risultati suggeriscono che le donne in trattamento oggi rischiano anche di beneficiare di radioterapia se hanno linfonodi positivi ", ha detto una notizia EBCC-9 briefing per i giornalisti il ​​Mercoledì.




Dr McGale (PhD), uno statistico senior Early Breast Cancer Trialists 'Collaborative Group presso il Clinical Trial Service Unit (Oxford, UK), ha analizzato i risultati di 3786 donne in 14 studi randomizzati che hanno inizio tra 1964-1982, che era stato dato mastectomia insieme con la rimozione chirurgica dei linfonodi sotto il braccio (dissezione ascellare) e che sono stati poi randomizzati a ricevere o radioterapia alla parete toracica e delle regioni circostanti o no radioterapia. Le donne cadevano in tre categorie: quelli che non il cancro nei linfonodi, quelli con il cancro in una, due o tre linfonodi, e quelli con cancro in quattro o più linfonodi. Le donne sono state seguite per una media di poco più di 11 anni, ed i dati sul numero di recidive e di morti erano disponibili fino al 2009.

"In 700 donne in cui i patologi potevano trovare alcun segno che i nodi sono stati colpiti, la radioterapia non ha ridotto il rischio di recidiva o di morire di cancro al seno", ha detto il dottor McGale. "Tuttavia, nel 1314 le donne che avevano tra uno e tre linfonodi positivi, la radioterapia ha ridotto il tasso di recidiva di quasi un terzo (32%) e il tasso di morte per cancro al seno di un quinto (20%). Dare radioterapia a queste donne hanno portato alla quasi 12 un minor numero di recidive di cancro al seno per 100 donne dopo dieci anni e otto minor numero di decessi ogni 100 donne dopo 20 anni. "

Ha scoperto che le percentuali di riduzione dei tassi di recidiva e di morte nei 405 donne che hanno avuto un solo nodo positivo erano simili a quelli per le donne che ha avuto due o tre linfonodi positivi.

Per i 1.772 donne con quattro o più linfonodi, la radioterapia ha anche ridotto il tasso di recidive (21%) e il tasso di morte per cancro al seno (13%). Qui, la radioterapia per queste donne ha portato ad un minor numero di recidive nove di cancro al seno dopo dieci anni e nove meno morti dopo 20 anni per 100 donne.

"E 'già accettato che le donne con quattro o più linfonodi positivi beneficiano di radioterapia dopo mastectomia, e questi risultati confermano questo vantaggio", ha detto. "Tuttavia, è per le donne con uno a tre nodi positivi in ​​cui le prove precedenti è stato poco chiaro."

Il vantaggio si è verificato indipendentemente dal fatto che le donne erano in processi in cui è stato dato la chemioterapia o la terapia ormonale a tutte le donne. Il sessantacinque per cento delle donne con uno, due o tre nodi positivi ricevuto chemioterapia, e un ulteriore 21% di tumori sensibili ormone ricevuto terapia ormonale.

Parlando prima della conferenza, il dottor Carolyn Taylor (FRCR), un oncologo clinico in Early Breast Cancer Collaborative Group Trialists ', ha detto: "In passato, la maggior parte delle donne con molti linfonodi positivi sono stati sottoposti a chemioterapia, ma di solito quelli con pochi linfonodi positivi non erano. Negli ultimi anni, un numero maggiore di donne con pochi linfonodi positivi hanno ricevuto chemioterapia, e il tipo di chemioterapia sono cambiate. Anche la maggior parte delle donne con tumori ormono-sensibili sono ora sottoposti a terapia ormonale. Avremo per attendere i risultati di nuovi studi per osservare direttamente gli effetti a lungo termine della radioterapia moderna nelle donne che sono dati moderna chemioterapia e terapia ormonale. Tuttavia, è probabile che le riduzioni percentuali di recidiva della malattia e la mortalità per cancro al seno di radioterapia di oggi saranno almeno grande come i benefici visto qui. "

Dr McGale concluso: "Dal momento che il tempo in cui le donne in questi studi sono stati randomizzati ci sono stati progressi nella radioterapia e anche nello screening del seno, chirurgia, linfonodi stadiazione, e la terapia sistemica Così i vantaggi assoluti di post-mastectomia radioterapia oggi può essere. più piccoli di quelli che abbiamo qui riportato. Ma i vantaggi proporzionali di radioterapia è probabile che siano almeno altrettanto grande. "

Per indagare su questo e follow-up delle loro conclusioni, il dottor McGale, il dottor Taylor ed i loro colleghi invitano gli investigatori degli studi più recenti che confrontano diversi regimi di radioterapia di contribuire dati Early Breast Cancer Trialists 'Group.

Il professor David Cameron, presso l'Università di Edimburgo (Edinburgh, UK), che è un membro del EBCC-9 comitato scientifico esecutivo, ha commentato: "Questi dati evidenziano il potere di combinare informazioni provenienti da singoli pazienti reclutati in una serie di studi clinici diversi . Il vantaggio di radioterapia in donne che avevano bisogno di una mastectomia per il nodo di cancro al seno positivo è ormai sempre più chiaro, più dati emergeranno in pochi anni dal processo SUPREMO UK-guidato che affronta in modo prospettico la questione per lo stesso gruppo di donne che sono oggetto di questo studio. "

Le 3786 donne facevano parte di un gruppo più ampio di 8135 donne in 22 studi randomizzati di iniziare prima del 2000. Durante il periodo di follow-up, 5424 (67%) erano noti sia morto, e il grado di intervento è stato sapere per tutti, ma 183 ( 2%) delle donne.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha