Radioterapia mirata sicuro, trattamento efficace per anziani con carcinoma pancreatico

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una radioterapia del cancro altamente mirato può offrire una opzione di trattamento sicuro ed efficace per anziani malati di cancro pancreatico non in grado di sottoporsi a un intervento chirurgico o la chemioterapia combinata e la radioterapia, secondo i ricercatori della Henry Ford Hospital di Detroit.

Chiamato corpo radioterapia stereotassica (SBRT), lo studio rileva pazienti vivevano in media sei o sette mesi dopo il trattamento con più effetti collaterali minimi, anche quando avevano altre comorbidità gravi come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), malattie cardiache e diabete .

Due dei pazienti nello studio ha vissuto quasi due anni.




"Individui anziani, quelle età 75 e più anziani, rappresentano circa il 40 per cento dei pazienti con diagnosi di cancro del pancreas", spiega autore principale dello studio Raphael Yechieli, MD, con il Dipartimento di Radioterapia Oncologica presso Henry Ford Hospital.

"Questi pazienti sono troppo malati per ricevere qualsiasi altro trattamento, ma con radioterapia stereotassica corpo siamo in grado di fornire un trattamento sicuro ed efficace in due settimane che possono fornire loro una notevole qualità di vita con effetti collaterali minimi."

Lo studio è stato presentato alla 55nd Society annuale americana per Radiation Oncology (ASTRO) riunione di Atlanta.

Nel 2013, ci sarà una stima di 45.220 nuovi casi di cancro al pancreas, e circa 38.460 moriranno dalla malattia, secondo il National Cancer Institute. I fattori di rischio per il cancro al pancreas includono il fumo, il diabete, l'obesità, storia familiare di malattia e pancreatite. La maggior parte delle persone con diagnosi di malattia sono più di 65 anni.

La chirurgia è l'unica cura conosciuta per il cancro pancreatico resecabile, in cui il tumore è localizzato al pancreas e non si è diffuso. Si stima che solo il 20 per cento dei pazienti affetti da cancro del pancreas hanno i tumori presentano con malattia localizzata modificabili a rimozione chirurgica.

Un numero selezionato di quei pazienti, tuttavia, non sono candidati per la chirurgia a causa di avere altre comorbidità come la BPCO, malattie cardiache e diabete. Questo lascia solo chemioterapia e radioterapia, o una combinazione dei due, disponibile per il trattamento.

Ma per una gran parte di pazienti anziani con carcinoma pancreatico localizzato anche la chemioterapia e la radioterapia non sono opzioni
Lo studio Henry Ford guardato per determinare se SBRT -. Un metodo di dare radiazioni che possono essere altamente mirati al tumore, risparmiando il tessuto normale circostante - è una valida opzione per questo gruppo di pazienti. SBRT fornisce una dose maggiore di radiazioni, cioè pazienti hanno meno trattamenti. In questo caso, il trattamento media due settimane.

Lo studio ha incluso 20 pazienti con un'età media di 83, i quali erano medicalmente in grado di tollerare un intervento chirurgico o terapia chemio-radioterapia combinata. La maggior parte dei pazienti nello studio (90 percento) ha ricevuto il trattamento SBRT al momento della diagnosi.

Sette pazienti hanno riportato effetti collaterali dal trattamento: nausea, vomito e stanchezza.

Tra i pazienti: 13 hanno avuto una recidiva del cancro; nove hanno avuto il cancro diffuso dal tumore originale in organi distanti o linfonodi distanti.

La sopravvivenza globale mediana è stata di 6,7 mesi e la sopravvivenza mediana libera da recidiva è stato di 8,1 mesi. A sei mesi dopo il trattamento, il 61 per cento dei pazienti erano vivi; due pazienti nello studio sono sopravvissuti quasi due anni.

"Tendenze nazionali ci dicono che pochissimi pazienti di età superiore a 75 sono sempre alcun trattamento per il cancro del pancreas a causa di rischi comorbidità", osserva il dottor Yechieli. "Quindi vogliamo spingere la busta per dare loro un'opzione di trattamento che, pur non essendo una cura, è breve, efficace e sicuro, e ha il potenziale per dare loro una buona qualità di vita."

Il prossimo passo in questa ricerca, il dottor Yechieli dice, è quello di seguire da vicino i pazienti dopo SBRT e ottenere il loro feedback diretto per misurare la qualità di post-trattamento della vita.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha