Ragazze con tumori a cellule germinali ovarici possono tranquillamente saltare chemioterapia meno che la malattia si ripresenta, i ricercatori a trovare

Aprile 23, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori provenienti da Dana-Farber/bambini Hospital Cancer Center (DF/CHCC) hanno scoperto che ben il 50 per cento delle ragazze trattati per tumori ovarici a cellule germinali potrebbe tranquillamente essere risparmiato chemioterapia utilizzando una strategia di "guardare e aspettare" per determinare se il il trattamento è necessario follow-up.

In contrasto con l'attuale prassi di somministrare la chemioterapia a tutti i pazienti dopo la rimozione di questi tumori rari, hanno detto i ricercatori lo studio ha dimostrato che il trattamento potrebbe tranquillamente essere ritardata e dato solo se il cancro si ripresentò.

I dati dello studio condotto su 25 giovani donne tra i 9 ei 16 anni sono stati presentati al 42 ° Congresso della Società Internazionale di Oncologia Pediatrica (SIOP) a Boston su Venerdì, Ottobre 22. Lo studio è stato condotto da Lindsay Frazier, MD, un pediatra oncologo a DF/CHCC e presidente del Comitato tumore delle cellule germinali dei bambini Oncology Group.




"Personalmente ritengo che non dare la chemioterapia a metà dei pazienti [donne con tumori ovarici a cellule germinali] è una buona cosa", ha detto Frazier. "La chemioterapia è altrettanto efficace dato quando la malattia si ripresenta. Vorrei raccomandare che i genitori considerano una strategia guarda e aspetta."

Tumori a cellule germinali sono tumori maligni che si sviluppano in precursori di cellule spermatiche a ragazzi e cellule uovo nelle ragazze. Alcune forme di tumori sono più spesso rilevati immediatamente dopo la nascita; altri tipi sono più comuni tra i 10 ei 30 anni.

Gli studi precedenti avevano dimostrato che ritardare la chemioterapia era sicuro ed efficace nella fase 1, cellule germinali tumori testicolari nei ragazzi. Nel corso del tempo, il 30 per cento dei pazienti ha sviluppato una recidiva, ma erano tutti curata con chemioterapia.

"Così, invece di dare il 100 per cento di loro chemioterapia, solo il 30 per cento ne aveva bisogno", ha spiegato Frazier, che ha detto che è stato riscontrato che i soliti tre cicli di chemioterapia somministrata per tumori raddoppia il rischio a lungo termine di malattie cardiovascolari o secondi tumori.

Lo studio attuale è stato condotto per testare un simile approccio watch-and-wait in pazienti di sesso femminile. Frazier ha detto che 25 ragazze con tumori ovarici Stage 1 delle cellule germinali sono stati reclutati da circa 100 centri medici - l'indicazione della rarità del cancro. In tutti i casi, i tumori erano state completamente rimosse chirurgicamente.

Invece di subire subito chemioterapia, le ragazze sono state attentamente monitorati per segni di recidiva. Ogni tre settimane il loro sangue è stato testato per i marcatori biochimici significare una ricrescita del tumore, e ogni tre mesi sono stati sottoposti a scansione con TC o RM per immagini.

"Il tempo mediano alla recidiva era di due mesi, e l'ultima ricaduta era a 9 mesi, in modo che le famiglie non vivevano con l'incertezza per molto tempo", ha detto Frazier.

Il tasso di recidiva è stato del 50 per cento - superiore a quello dei ragazzi con tumori a cellule germinali - ma il trattamento ritardato era ugualmente efficace se una ragazza è morta, ottenendo un tasso di sopravvivenza del 96 per cento.

Prevenire chemioterapia inutile per la metà di ragazze con tali tumori è ancora desiderabile, ha detto Frazier, "perché ci sono prove che le ragazze sono ancora più suscettibili di danni a lungo termine da chemio di ragazzi sono."

Lo studio è stato sostenuto dal National Cancer Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha