Raro tumore della pelle risponde meglio al trattamento rispetto Melanoma

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il cancro è la preoccupazione principale quando vengono rilevate lesioni cutanee anomale. Caratteristiche macroscopiche e microscopiche di una lesione di solito forniscono indizi sul fatto che è benigno o maligno. Tuttavia, la distinzione non è sempre chiara, ed i medici si trovano ad affrontare la questione di come trattare meglio questi pazienti.

Il dilemma è particolarmente pronunciata nei tumori atipici spitzoid (AST), una rara proliferazione delle cellule cutanee pigmentate. AST hanno molte caratteristiche di melanoma, una forma potenzialmente mortale di cancro della pelle. AST tendono a comparire in pazienti che sono molto più giovani rispetto all'età in cui il cancro della pelle si verifica tradizionalmente, il che rende stabilire se la lesione è maligno o benigno ancora più difficile.




La nuova ricerca, condotta dalla University of Michigan multidisciplinare Melanoma Programma e pubblicato sulla rivista Cancer, suggerisce che AST comportano in modo diverso da altri tipi di melanoma. Questa scoperta potrebbe portare a cambiamenti fondamentali nel modo in cui sono trattati AST.

"Poiché i pazienti con AST sembrano fare meglio di melanoma convenzionale dopo il trattamento simile, siamo ora in grado di fornire qualche rassicurazione ai genitori interessati e persone care sulle implicazioni della diagnosi," dice l'autore principale dello studio Mathew Ludgate, MBChB, FRACP, assistant professore nel multidisciplinare Melanoma programma di messaggistica unificata.

Anche se AST sono rari, la multidisciplinare Melanoma programma di messaggistica unificata ha una notevole esperienza come preminente centro di riferimento nazionale. AST sono una sfida crescente per i medici, come il numero di AST diagnosticati in tutto il paese sembra essere in aumento per ragioni sconosciute. I ricercatori si sono concentrati sui risultati a lungo termine di AST per formulare migliorate linee guida di trattamento basate sull'evidenza.

I medici generalmente trattano pazienti con AST simili a melanoma maligno rimuovendo chirurgicamente la lesione e in molti casi anche con biopsia del linfonodo sentinella. La biopsia del linfonodo sentinella comporta la rimozione e la valutazione di uno o pochi linfonodi vicini lesione cutanea per determinare se la lesione cutanea è diffuso ai linfonodi.

Ludgate e il suo team hanno analizzato unico database di melanoma completo di messaggistica unificata che ha raccolto i dati per quasi due decenni, per tutti i casi di AST di potenziale biologico incerta tra il 1994 e il 2007. I dati sono stati esaminati per apprendere le caratteristiche cliniche di un paziente, se il paziente subito una biopsia linfonodale e le caratteristiche istologiche del tumore.

Dei 67 pazienti dello studio, 57 avevano subito un'ampia escissione e biopsia del linfonodo sentinella, e 27 biopsie sono stati positivi.

Tutti 27 dei pazienti con AST sentinella positivo biopsia del linfonodo sono vivi e liberi da malattia a una media di circa 44 mesi di follow-up, i ricercatori nota.

"Se AST fosse una forma di melanoma, ci si aspetterebbe che almeno alcuni dei pazienti avrebbero avuto l'AST si ripetono in tutto il corpo da questo momento", spiega Ludgate. "Questo studio fornisce la prova che, sebbene AST hanno alcune caratteristiche di melanoma microscopio, non si comportano come aggressivo."

Questi risultati possono essere interpretati in tre modi, dice Ludgate. "La prima è che l'AST non è il cancro del tutto, ma ha una certa capacità di diffondersi. La seconda possibilità è che perché AST spesso si verificano in persone più giovani con sistema immunitario intatto, il corpo è in grado di combattere con successo fuori gli inizi della malattia metastatica. La terza possibilità è che AST è potenzialmente mortale ma la rimozione della lesione AST primario e il linfonodo sentinella biopsia è curativo. "

Ciascuna di queste possibilità è considerato nella strategia di trattamento sviluppato collettivamente come risultato di questo studio. Un risultato di questa nuova strategia è che non tutti i pazienti con AST deve subire una completa dissezione linfonodo o il trattamento con interferone-alfa dopo una biopsia del linfonodo sentinella positivo, a seconda del grado di coinvolgimento dei linfonodi e l'età del paziente. Questo è importante perché completa dissezione linfonodale è un intervento più ampio di una biopsia del linfonodo sentinella sola, e ha una notevole maggiore rischio di effetti collaterali a lungo termine.

Data la difficoltà di determinare se AST è benigno o maligno, Ludgate nota, il team di melanoma in programma di "identificare il profilo molecolare di AST per caratterizzare ulteriormente il vero comportamento di questi tumori."

Oltre a Ludgate, gli autori dello studio sono senior autore Timothy M. Johnson, MD, così come Douglas R. Fullen, MD, Julia Lee, MPH, MS, Lori Lowe, MD, Carol Bradford, MD, James Geiger, MD , e Jennifer Schwartz, MD Gli autori sono affiliati con il Dipartimento di Dermatologia UM, Dipartimento di Patologia, Comprehensive Cancer Center, Dipartimento di Statistica, Dipartimento di Otorinolaringoiatria e del Dipartimento di Chirurgia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha