Recentemente proteina scoperta potrebbe tenere la chiave per prevenire le malattie cardiache

Aprile 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gruppo di ricerca guidato da Pappachan Kolattukudy, decano del UCF Burnett Collegio di Scienze Biomediche, ha scoperto che i livelli di MCPIP aumentati nei topi come loro vasi sanguigni sono diventati infiammato e la malattia di cuore ha cominciato a svilupparsi. La formazione di MCPIP porta alla morte delle cellule sane, in modo trattamenti che bloccano la formazione che potrebbe rivelarsi efficace per le malattie cardiache.

I ricercatori stanno cercando di scoprire i cambiamenti molecolari che si verificano come la malattia di cuore si sviluppa. Meglio capire questi cambiamenti molecolari potrebbero contribuire allo sviluppo di farmaci che possono o prevenire o curare la malattia.




I risultati della squadra sono pubblicati nel numero di maggio 12 Circulation Research, la rivista della American Heart Association. La ricerca è finanziata attraverso una sovvenzione 1,4 milioni dollari dal National Institutes of Health.

I topi di laboratorio hanno sviluppato la malattia di cuore in un modo simile a come si forma nell'uomo, il che suggerisce che i risultati potrebbero tenere promessa per il trattamento di malattie cardiache umane. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per valutare se gli stessi risultati nei topi ci si poteva aspettare in esseri umani.

Il team di ricerca UCF già ha scoperto che MCPIP è elevata nel cuore degli uomini che soffrono di insufficienza cardiaca ischemica.

MCPIP si forma quando una proteina spesso studiato chiamata MCP-1 si lega ai recettori. La proteina MCP-1 consente di ottenere globuli bianchi noti come monociti alle aree infette e ferite del corpo. I monociti poi attaccano i batteri e aiutare le malattie lotta corpo.

Ma questo processo produce anche diverse proteine ​​note e sconosciute. I ricercatori hanno focalizzato su MCPIP, una delle proteine ​​sconosciute, perché hanno scoperto legami tra esso e la morte di cellule sane adiacenti a quelli infetti.

Questa scoperta potrebbe portare a progressi nel trattamento di altre malattie infiammatorie come l'artrite e alcune forme di cancro.

La ricerca cardiovascolare è una delle quattro specialità principali del Burnett Collegio di Scienze Biomediche, che ha gettato le basi per il collegio medico recentemente approvato a UCF. Kolattukudy ha iniziato la sua attività di ricerca presso l'Ohio State University prima di trasferirsi a UCF nel 2003.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha