Recettori dell'insulina giocano un ruolo fondamentale nel promuovere la crescita Islet

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio Joslin-condotto ha identificato il recettore insulinico come una proteina importante che promuove la crescita delle cellule delle isole nei topi i cui corpi non sono in grado di utilizzare correttamente l'insulina, o sono resistenti all'insulina, un precursore del diabete di tipo 2. Dal momento che la risposta naturale del corpo per la resistenza all'insulina è quello di aumentare la secrezione di insulina da parte del pancreas e far crescere le cellule più insulari, noto anche come le cellule beta, sfruttando questa risposta crescita potrebbe portare a nuovi trattamenti per il diabete di tipo 2.

"L'incapacità di far crescere le cellule beta più funzionali (chiamato anche compensativa risposta di crescita delle cellule insulari) porta al diabete conclamato", ha detto Rohit N. Kulkarni, MD, Ph.D., ricercatore al Joslin Diabetes Center e assistente professore di medicina presso la Harvard Medical Scuola, che ha condotto lo studio. "Se siamo in grado di individuare la chiave di segnalazione proteine ​​critiche per la risposta di crescita delle cellule insulari, possiamo sviluppare potenziali bersagli terapeutici per migliorare la crescita delle cellule beta."

Ci sono due proteine ​​che mediano gli effetti dei fattori di crescita delle cellule beta, le cellule che producono insulina nel pancreas: recettore dell'insulina, una proteina che media l'azione dell'insulina e IGF-1 del recettore, un'altra proteina che ricorda da vicino il recettore dell'insulina e la media l'azione del fattore insulino-simile crescita (IGF-I), un fattore di crescita e ormoni. Questi due recettori sono stati un importante centro di studi di ricerca del Dr. Kulkarni e altri al Joslin Diabetes Center che vogliono capire meglio la crescita delle cellule beta e il funzionamento in modo che queste cellule essenziali possono essere aumentati nelle persone con diabete.




Nel diabete di tipo 2, l'organismo non produce abbastanza insulina e/o non è in grado di utilizzare correttamente l'insulina (insulino-resistenza). Questa forma di diabete di solito si verifica in persone che sono più di 40, sovrappeso, e hanno una storia familiare di diabete, anche se oggi è sempre più avvenendo nelle persone più giovani, compresi gli adolescenti. Per ragioni che sono ancora sconosciute, le cellule isolotto malfunzionamenti nelle persone con diabete di tipo 2 ed i loro corpi sono in grado di compensare. Studiando i meccanismi cellulari che influenzano la crescita delle cellule insulari e lo sviluppo, i ricercatori Joslin sperano di migliorare il processo di tipo migliore trattamento del diabete 2, la forma più comune di diabete.

Questo studio ha esaminato se i recettori dell'insulina nelle cellule beta svolgono un ruolo chiave nel promuovere la loro crescita come risposta per superare la resistenza all'insulina. Uno stato di insulino-resistenza transitorio avviene naturalmente durante la gravidanza e la pubertà, ma senza causare diabete nella maggior parte delle persone, perché le cellule beta sono in grado di crescere e di secernere più insulina per superare facilmente la resistenza all'insulina. E 'quando le cellule beta non riescono a crescere e secernere più insulina in questi stati che il diabete conclamato sviluppa.

Due modelli di topo sono stati utilizzati nello studio. Nel primo modello, un mouse insulino-resistente è stato incrociato con un topo privo recettori dell'insulina nelle cellule beta. La prole risultante aveva l'insulino-resistenza, senza recettori delle cellule beta. Nonostante la loro resistenza all'insulina, i topi non hanno mostrato una risposta adeguata crescita nelle isole perché le cellule beta mancava recettori dell'insulina. "Questo ha fornito la prova genetica che i recettori dell'insulina sono importanti per la risposta di crescita delle cellule insulari a insulino-resistenza", ha detto il dottor Kulkarni.

Nella seconda parte dello studio, i ricercatori hanno esaminato il ruolo dei due recettori correlati - insulina e IGF-1. Hanno usato due modelli del mouse - beta-cellulare-specifici ko recettore dell'insulina (beta-Irko), che mancano di recettori per l'insulina in cellule beta, e IGF-1 del recettore knockout (beta-IGF1RKO), che mancano i recettori di IGF-1 nelle cellule beta . Entrambi questi modelli di topo sono stati poi confrontati con un gruppo di controllo di topi normalmente esprimere sia l'insulina e recettori di IGF-1 nelle loro cellule beta. Tutti e tre i gruppi sono stati sottoposti a una dieta ricca di grassi per indurre resistenza all'insulina.

I ricercatori hanno valutato la risposta di crescita delle cellule beta nel pancreas: i topi beta-Irko non è riuscito a dimostrare la crescita delle cellule delle isole, mentre il controllo e la beta-IGF1RKO topi hanno presentano questa risposta crescita. "I risultati hanno mostrato chiaramente che è il recettore dell'insulina - non l'IGF-1 del recettore - che è fondamentale per la risposta di crescita delle cellule insulari a insulino-resistenza", ha detto il dottor Kulkarni.

Ricercatori Joslin stanno lavorando su uno studio di follow-up che mira a identificare le proteine ​​che controllano la via di segnalazione. "Siamo entusiasti delle possibilità di fare ulteriori progressi in questo settore", ha detto Kulkarni.

Lo studio appare nella prima edizione online del Proceedings di questa settimana della National Academy of Sciences.

Finanziamento per lo studio è stato fornito dal National Institutes of Health, l'Harvard Stem Cell Institute e le Fondazioni Adler e Iacocca.

Altri ricercatori partecipanti allo studio sono: Terumasa Okada, MD, Ph.D., Chong Wee Liew, Ph.D., Jiang Hu, MD, Charlotte Hinault, Ph.D., M. Dodson Michael, Ph.D., e Catherine Yin BS, Divisione Ricerca, Joslin Diabetes Center e del Dipartimento di Medicina, Harvard Medical School; Jan Krьtzfeldt, MD, e Markus Stoffel, MD, Ph.D., Laboratorio di Malattie Metaboliche, Rockefeller University; e Martin Holzenberger, MD, Ph.D., Inserm U515, Hфpital Saint-Antoine, Paris, France.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha