Recidive più frequenti nei pazienti con diagnosi di Pediatric-insorgenza sclerosi multipla

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti che sviluppano sclerosi multipla prima dei 18 anni sembrano vivere più recidive dei sintomi rispetto a quelli diagnosticati con la malattia da adulti, secondo un rapporto nel numero di gennaio di Archives of Neurology, una delle JAMA/Archivi riviste.

"Anche se la manifestazione clinica della sclerosi multipla (SM) si verifica in genere tra i 20 ei 40 anni, il 2,7 per cento a 10,5 per cento dei pazienti sono stati segnalati per sviluppare i loro primi sintomi prima del loro 18 ° compleanno", gli autori scrivono come informazioni in questo articolo . Rapporti precedenti suggeriscono la progressione di un MS-malattia infiammatoria in cui la mielina, il rivestimento protettivo che copre le cellule nervose, degenera-è più lenta nei pazienti che vengono diagnosticati durante l'infanzia.

Mark P. Gorman, MD, del Brigham and Women Hospital e del Massachusetts General Hospital di Boston, e colleghi hanno studiato 110 pazienti con diagnosi di sclerosi multipla recidivante-remittente in età adulta (età media alla diagnosi, 34.4) e 21 con pediatrica insorgenza MS (età media al momento della diagnosi, 15.4). Recidivante-remittente è il tipo più comune di SM, in cui i pazienti sperimentano periodi di sintomi seguiti da periodi di remissione senza sintomi. I partecipanti allo studio hanno sviluppato i primi sintomi nel luglio 2001 o successivamente, sono stati monitorati con esami neurologici semestrali e sono stati seguiti per 12 mesi o più (una media di 3,67 anni per i pazienti pediatrici-insorgenza e 3,98 anni per l'adulto-insorgenza).




I pazienti che hanno sviluppato la malattia durante l'infanzia ha avuto, in media, un tasso annuo più elevato di ricadute rispetto a quelli che sono stati diagnosticati come adulti (1.13 vs 0,4 ricadute all'anno). "Questi risultati hanno persistito in modelli di regressione multivariata quando si controlla per il sesso, la razza e la percentuale di malattie trascorso in trattamento modificante la malattia e quando l'età di esordio è stata trattata come una variabile continua," scrivono gli autori.

"In generale, il decorso della malattia della SM è stato suddiviso in una fase recidivante-remittente, in cui predominano meccanismi infiammatori, e una fase progressiva secondaria, durante il quale i meccanismi neurodegenerativi predominano," continuano. "Ricadute acute sono il segno distintivo clinico della fase infiammatoria della SM. Il tasso di recidiva più alta nel gruppo pediatrico esordio nel nostro studio può quindi suggerire che i pazienti con SM pediatrica esordio arrivano all'attenzione del medico più vicino al vero insorgenza biologica del loro malattia rispetto ai pazienti con esordio adulto durante una fase più infiammatoria, come è stato suggerito in precedenza. "

Se i pazienti con malattie pediatriche-insorgenza hanno davvero più recidive nonostante la malattia progredisce più lentamente, "questa discrepanza può suggerire maggiore plasticità, meno neurodegenerazione e potenzialmente più riparazione e rimielinizzazione nel sistema nervoso giovane. Ulteriori studi delle basi biologiche per questa discrepanza può produrre spaccato l'apparente discrepanza tra ricadute e la progressione della disabilità a lungo termine. "

Questo studio è stato sostenuto dai Centri pediatrici sclerosi multipla di eccellenza Sovvenzione dalla National Multiple Sclerosis Society. Dr. Gorman è supportato da un Multiple Sclerosis Society Clinical Fellowship nazionale.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha