Regime sperimentale testato per il cancro del polmone a piccole cellule

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alain C. Mita, MD, sta combattendo una dura battaglia contro il carcinoma polmonare a piccole cellule. Nonostante la gravità della malattia, il trattamento standard di cura rimane la stessa oggi come lo era circa 30 anni fa.

Microcitoma polmonare, che include carcinoma avena, è una malattia più aggressiva rispetto ad altri tipi di cancro ai polmoni e spesso è più avanzata al momento della diagnosi. Il fumo è la causa più comune di diagnosi e può essere diagnosticata anche decenni dopo che un individuo ha smesso. Negli stadi avanzati della malattia, è incurabile nella maggior parte dei pazienti, con una sopravvivenza mediana inferiore a 12 mesi.

Mita ha detto che a seguito di una diagnosi di carcinoma polmonare a piccole cellule, la maggior parte dei pazienti optano per la chemioterapia immediata utilizzando etoposide della chemioterapia standard di cura e cisplatino - due farmaci sviluppati più di tre decenni fa. Questo regime standard di chemioterapia risponde bene inizialmente, molte volte mettere i pazienti in remissione. Ma, in pochi mesi, la maggior parte dei pazienti con recidive e la loro malattia ricorre.




Oggi, un nuovo studio clinico Cedars-Sinai di fase I-II può migliorare approcci terapeutici e recidiva di malattia combattimento. Ma prima, Mita ha bisogno di trovare i pazienti di partecipare alla sperimentazione clinica.

"Il nostro team di scienziati medici si è impegnata a far progredire le opzioni di trattamento per i pazienti con diagnosi di cancro del polmone a piccole cellule e di altri tipi di malattia polmonare", ha detto Mita, co-direttore del Programma Therapeutics Sperimentale Cedars-Sinai Samuel Oschin Comprehensive Cancer Institute. "I criteri di ammissibilità per questo studio clinico specifico può essere una sfida, in quanto i pazienti devono avere nessuna storia di trattamento. Il nostro team incoraggia i pazienti e il loro medico curante di considerare studi clinici disponibili che includono la combinazione di standard di cura e di un nuovo agente."

L'approccio in fase di sperimentazione nelle opere di sperimentazione clinica, combinando la chemioterapia standard di cura (etoposide e cisplatino) con un inibitore NOTCH (OMP-59R5), una terapia mirata mirata ad attaccare direttamente le cellule staminali cancerose.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha