Regolamento ventricolare può essere la chiave per prevenire l'insufficienza cardiaca

Giugno 1, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio di quattro settimane condotti su animali hanno rivelato che la regolamentazione frequenze ventricolari e la struttura del cuore in modelli con ritmo cardiaco irregolare può inibire scompenso cardiaco cronico (CHF).

Secondo lo studio, pubblicato sul Journal of Cardiovascular Elettrofisiologia, tredici le capre sono state sottoposte a rapida atrioventricolare (AV) stimolazione ad alta atriale e ventricolare tassi (240 battiti/min), mentre altri cinque capre sono stati sottoposti ad un alto tasso atriale (240 battiti/min) e basso, frequenza ventricolare regolare (80 battiti/min). Sei dei 13 capre nel primo gruppo è morto improvvisamente dopo aver sviluppato segni di stadio terminale CHF. Nessun capre morte dal gruppo con la frequenza ventricolare basso.

"I risultati di questa ricerca sperimentale dimostrano che i cambiamenti nella funzione e nella struttura atriale che si evolvono nel corso di una tachiaritmia atriale cronica non riguardano l'alta frequenza atriale stessa ma piuttosto alla frequenza ventricolare alto concomitante e il conseguente sviluppo di insufficienza cardiaca," afferma capo ricercatore, Bas A. Schoonderwoerd, MD, PhD.




Cambiamenti nella funzione e struttura atriale sono noti come rimodellamento atriale. Schoonderwoerd spiega che questo rimodellamento può rendere più difficile ritrovare ritmo cardiaco normale; rimodellamento può anche essere indotta da insufficienza cardiaca stessa. L'alta pressione e pompaggio irregolare causato dagli elevati tassi utilizzati nel primo gruppo di capre sono simili ai tassi rapidi di fibrillazione atriale e possono causare i ventricoli del cuore ad usura.

"Questo potrebbe implicare che in pazienti con fibrillazione atriale, dobbiamo puntare a mantenere la frequenza ventricolare basso [con farmaci], e quindi prevenire lo sviluppo o inibire la progressione dello scompenso cardiaco", aggiunge Schoonderwoerd.

Aumento dei livelli di peptidi natriuretici atriale (ANP), un ormone cardiaco che regola la pressione sanguigna, sono anche notato in questo esperimento. I ricercatori concludono che "un aumento risultati frequenza atriale in un ulteriore aumento della circolazione ANP, ma solo in presenza di pressioni elevate atriali." I livelli di ANP aumentano anche con la pressione atriale, indipendentemente dal tasso atriale. CHF sviluppato negli animali dell'esperimento che ha mostrato prolungata liberazione ANP e frequenze ventricolari elevati.

Sono necessarie ulteriori ricerche per sostenere questa prova in modelli umani a causa delle differenze interspecie e perché aritmia e/o insufficienza cardiaca è di solito presente in una situazione clinica per molti mesi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha