Regolatore genetica identificata come possibile bersaglio di trattamento nel melanoma

Giugno 11, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca da Rutgers Cancer Institute del New Jersey dimostra che la proteina RUNX2, che regola la trascrizione di messaggi genetici responsabili delle diverse funzioni delle cellule, può giocare un ruolo nella crescita delle cellule del melanoma e di diffondere e potrebbe servire come un obiettivo terapeutico per la malattia.

Produzione anormale e incontrollata di questa classe di proteine, note come fattori di trascrizione, per permettere alle cellule di bypassare meccanismi di controllo della crescita e di sviluppare le caratteristiche necessarie per invadere i tessuti circostanti. Alcuni fattori di trascrizione già sono stati identificati come giocare un ruolo nello sviluppo del melanoma. Queste scoperte entrare in un contesto favorevole di nuovi farmaci contro fattori di trascrizione in fase di sperimentazione in studi clinici. Nello studio, pubblicato nella corrente edizione online del Cancer Letters, autore senior Karine Cohen-Solal, PhD, e colleghi mostrano per la prima volta che il fattore di trascrizione RUNX2 potrebbe anche servire come bersaglio trattamento possibile per il melanoma.

Questa ultima ricerca mostra messaggi devianti tradotto attraverso RUNX2 può causare il melanoma crescita, la migrazione e l'invasione. Per comprendere ulteriormente l'impatto di tale messaggistica anormale, investigatori ridotti artificialmente la quantità di RUNX2 in cellule di melanoma attraverso un approccio genetico. Come risultato, sono stati trovati capacità ridotte per la crescita cellulare, la migrazione e l'invasione.




"Gli sforzi di successo per rendere 'drugable' fattori di trascrizione interferendo con diversi aspetti della loro attività trascrizionale rendono questa classe di proteine ​​target interessanti per la terapia," dice il dottor Cohen-Solal, ricercatore presso l'Istituto Cancer e un assistente professore di medicina all'Università Rutgers Robert Wood Johnson Medical School. "Esplorare il ruolo delle RUNX2 nello sviluppo del melanoma potrebbe rivelare nuovi meccanismi di guida progressione del melanoma e di identificare un obiettivo per nuovi agenti anti-melanoma, aprendo così nuove strade per il trattamento di questa malattia."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha