Resilience in genitori di bambini sottoposti a trapianto di cellule staminali

Marzo 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La malattia di un bambino può sfidare il benessere di un genitore. Tuttavia, uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Biology of Blood e Marrow Transplantation mostra che, nel caso di trapianto di cellule staminali di un bambino, i genitori si sentono aumentato disagio al momento della procedura, ma alla fine non ritorni a normali livelli di regolazione.

"In tutti i gruppi di studio, che cosa abbiamo praticamente mostrato è che i genitori sono resistenti. In generale, i genitori migliorano nel tempo", dice Jennifer Lindwall, PhD, assistente professore di psichiatria alla Scuola di Medicina CU, insegnando partner della University of Colorado Cancer Center.

Lo studio ha misurato disagio psicologico e positiva influenza in 171 padre/figlio coppie dal momento del ricovero per il trapianto di cellule staminali di un bambino fino a 6 settimane dopo la procedura, e anche misurato la depressione, lo stress post-traumatico e beneficiare di accertamento, al momento del ricovero per la procedura ea 24 settimane dopo. Risultati in pazienti pediatrici sono stati precedentemente riportati sulla rivista Pediatrics. L'attuale studio riporta i risultati di genitori.




"L'obiettivo dello studio era di esaminare un intervento per promuovere l'adeguamento positivo dei pazienti e dei loro genitori. In un gruppo, i bambini sono stati dati l'umorismo e la terapia di massaggio, in un secondo gruppo di genitori è stata data relax/formazione immagini e massaggi, oltre a l'intervento del bambino, e un terzo gruppo non ha ricevuto alcun intervento aggiuntivo oltre cure standard fornito in ospedale ", dice Lindwall.

Anche se non state riscontrate differenze significative tra i gruppi di trattamento, Lindwall e colleghi Ospedale dei Bambini St. Jude hanno mostrato un risultato coerente: "Per molti aspetti, l'angoscia di un genitore parallelo disagio del bambino come le cose si fanno meglio per il bambino, che ricevono meglio. il genitore come bene. Lo abbiamo visto con angoscia nel periodo acuto dopo trapianto e anche in misure globali di depressione, PTSD e previdenziali-scoperta ", dice Lindwall. I genitori hanno dimostrato notevole recupero, nonostante di fronte a una sfida di vita significativa.

Lindwall sottolinea che il modello medico in alcune impostazioni ospedale vede pazienti e genitori da una prospettiva deficit - che cerca di raddrizzare ciò che è sbagliato. Tuttavia, Lindwall e colleghi anche vedere valore esplorare i fattori che creano resistenza nei genitori - per capire cosa è andato proprio in questi casi, nonostante di fronte a sfide importanti.

"Mentre lo studio ha dimostrato la norma è resistenza e recupero, ci sono certamente alcuni genitori di bambini con significative patologie mediche che non fanno bene -. Genitori che restano in difficoltà La nostra sfida ora è quella di prevedere che i genitori sono a più alto rischio per difficoltà e di progettare interventi che possono aiutare questi genitori a far fronte durante sfide mediche del loro bambino ", dice Lindwall.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha