Reti di trasmissione dell'HIV mappati per ridurre il tasso di infezione

Marzo 16, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della University of California, San Diego Facoltà di Medicina hanno mappato la rete di trasmissione del virus dell'immunodeficienza umana (HIV) a San Diego. La mappatura delle infezioni da HIV, che hanno usato il sequenziamento genetico, ha permesso ai ricercatori di predittivo modello la probabilità di nuove trasmissioni di HIV e di identificare le persone a maggior rischio di trasmissione del virus.

I risultati sono pubblicati on-line nel numero di giugno 5 della rivista PLoS ONE.

"Più comprendiamo la struttura e la dinamica di una rete di trasmissione di HIV, il meglio che possiamo individuare 'punti caldi' della trasmissione," ha dichiarato Susan Little, MD, professore di medicina presso l'UC San Diego AntiViral Research Center e autore principale dello studio.




"Non tutti coloro che sono affetti da HIV la stessa probabilità di trasmettere l'infezione ad altri. Ci sono gruppi di trasmissione della malattia più attiva. Siamo in grado di utilizzare queste informazioni per indirizzare interventi di trattamento per coloro che sono più probabilità di trasmettere il virus ad altri e ridurre notevolmente il numero di nuove infezioni. "

I ricercatori hanno analizzato i HIV-1 dati di sequenza di recente di HIV-1 persone infette e loro contatti sessuali e sociali a San Diego, tra il 1996 e il 2011. I dati di sequenza sono stati raccolti come parte della routine di test genetici HIV utilizzati per determinare se un virus è resistente per alcune classi di farmaci anti-HIV. Sono stati confrontati somiglianze genetiche tra sequenze virali che infettano persone diverse. I virus da due persone con un elevato grado di somiglianza genetica erano indicativi di una linea di trasmissione. Gli scienziati hanno notato che la somiglianza virale non prova indipendente che si è verificato un cambio, soltanto che gli individui sono parte di una rete di trasmissione strettamente connesse.

All'interno della rete osservata trasmissione di HIV, i ricercatori hanno calcolato un punteggio rete di trasmissione (TNS) per stimare il rischio di trasmissione dell'HIV da un individuo di nuova diagnosi di un nuovo partner. I partecipanti con un elevato TNS erano significativamente più probabilità rispetto a quelli con bassa TNS per sviluppare uno stretto legame con un'altra persona nel loro primo anno di infezione da HIV, suggestivo di ritrasmissione.

Attraverso la modellazione di rete, i ricercatori hanno dimostrato che l'utilizzo di queste informazioni per distribuire la terapia antiretrovirale (ART) per gli individui con i più alti TNS hanno determinato un significativo maggiore probabilità di riduzione nuovi HIV-1 le trasmissioni che fornisce ART per lo stesso numero di individui scelti a caso.

"Concentrare le nostre risorse di prevenzione e trattamento per le popolazioni più a rischio di trasmissione potrebbe ridurre drasticamente il numero di nuove infezioni associate a queste popolazioni", ha detto poco. "Utilizzato in combinazione con i servizi socio tradizionali, trattamento TNS-guida e gli interventi di prevenzione potrebbe tassi notevolmente più bassi di nuova infezione da HIV nella nostra comunità."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha