Ricerca Finds insulina inefficace per molti diabetici

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 39
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

ANN ARBOR --- Le persone con diabete di tipo 2 sono regolarmente invitati a controllare rigorosamente la loro glicemia a livelli quasi normali, ma un nuovo studio indica questo è estremamente difficile da fare attraverso l'uso tradizionale di insulina.

"La terapia insulinica è risultata essere in gran parte inefficaci nel realizzare il controllo dello zucchero nel sangue stretto, anche in combinazione con un notevole aumento le visite di un paziente per ufficio e di sangue a casa il controllo di zucchero del medico", ha detto Rodney Hayward, MD, capo dello studio e un investigatore a Veterans Affairs e l'Università del Michigan Health System.

I risultati dello studio sono pubblicati nel numero 26 novembre del Journal of American Medical Association.




Circa nove su 10 diabetici hanno il diabete di tipo 2, il che significa che il loro pancreas producono alcuni insulina, ma non abbastanza per soddisfare le loro esigenze. Nei soli Stati Uniti, più di nove milioni di persone con diagnosi di diabete di tipo 2 --- una delle principali cause di cecità, insufficienza renale e amputazione nei paesi industrializzati.

Trenta al 40 per cento dei diabetici di tipo 2 sono in insulina, nel tentativo di migliorare il controllo di zucchero nel sangue e quindi ridurre il rischio di complicazioni devastanti della malattia. Precedenti ricerche hanno dimostrato che i pazienti accuratamente selezionati sotto stretto controllo può realizzare rigoroso controllo della glicemia con insulina, ma questo è il primo studio a valutare l'efficacia, la terapia insulinica sicura e costosa è in un ambiente più tipico --- quando la cura del paziente è meno intensive e gestito da medici di assistenza primaria.

Ecco una sintesi dei principali risultati dello studio e le loro ramificazioni:

--- Per diabetici di tipo 2 con scarso controllo della glicemia, a partire trattamenti di insulina migliorato in modo significativo il controllo dello zucchero nel sangue --- ma raramente affrontato l'obiettivo comunemente raccomandata di controllo quasi normale. "Molto più aggressivo il trattamento è necessario per il 10 e il 15 per cento dei pazienti che attualmente hanno scarso controllo glicemico", ha detto Hayward, "perché, in caso contrario, essi sono ad alto rischio di cecità, insufficienza renale e danni al sistema nervoso." Lo studio suggerisce l'insulina può aiutare molti di questi pazienti raggiunge un moderato livello di zucchero nel sangue molto più sicuro.

--- Per i pazienti che usano le pillole per controllare il diabete e mantenere moderata controllo della glicemia, somministrazione di insulina era solo minimamente efficace, e non si mosse maggior parte dei pazienti nel range quasi normale di zucchero nel sangue. Questo contraddice studi precedenti che indicavano l'insulina può raggiungere stretto controllo della glicemia --- ma questi studi utilizzati soggetti volontari che probabilmente erano altamente motivati ​​a seguire il loro regime medico e ricevuti più stretta sorveglianza medica e il supporto che si verifica in un ambiente clinico tipico. Questi nuovi risultati suggeriscono che sarebbe stato difficile, problematico e costoso per la maggior parte di tipo 2 diabetici per ottenere il controllo stretto della glicemia tipicamente raccomandato.

--- La maggior parte diabetici di tipo 2 sviluppano la malattia più tardi nella vita e mantenere il controllo moderata della loro glicemia, due fattori che li mettono a rischio relativamente basso di sviluppare complicanze gravi come la cecità e l'insufficienza renale più tardi nella vita. Tale rischio è spesso meno di una possibilità su 100.

Date le difficoltà diabetici avranno realizzare il controllo stretto raccomandata di zucchero nel sangue e il fatto che la maggior parte sono a rischio relativamente basso di sviluppare gravi complicazioni, Hayward suggerisce la professione medica ha bisogno di riconsiderare se la norma di controllo glicemico stretto per quasi tutti i diabetici è appropriato o necessaria. "Il raggiungimento ottimale controllo della glicemia con insulina richiede sia pazienti altamente motivati, come ad esempio quelli che possono partecipare a prove sperimentali, o una maggiore educazione e il monitoraggio di quanto può essere realizzato in tipico 2-4 visite annuali di un paziente all'ufficio del medico", ha detto Hayward .

--- In uno studio pubblicato all'inizio di questo mese sulla rivista Annals of Internal Medicine, Hayward e colleghi UM dimostrato che le persone che sviluppano il diabete di tipo 2 in età relativamente precoce --- prima dei 50 anni, per esempio --- sono al lontano più a rischio di perdere la loro visione in ultima analisi e la funzione renale rispetto a quelli che la malattia colpisce più tardi.

Per i pazienti ad alto rischio, la nuova ricerca suggerisce la terapia insulinica non sarà sufficiente per raggiungere i livelli quasi normali di zucchero nel sangue necessari per contribuire a ridurre il loro rischio. "Per questo gruppo, stretto controllo della glicemia è un obiettivo ragionevole", Hayward ha detto, "ma gli approcci terapeutici più efficaci sono suscettibili di essere necessario."

Un tale trattamento che sta mostrando la promessa, ha detto, è una combinazione di insulina dato al momento di coricarsi e medicina orale somministrato durante il giorno. "I pazienti ad alto rischio, coloro che richiedono stretto controllo della glicemia per ridurre future complicazioni di salute, avrà bisogno di un controllo più rigoroso e più attenzione medica della maggior parte dei diabetici in genere ricevono."

Per questo progetto, i ricercatori hanno analizzato l'uso di insulina per un tre a quattro anni tra i 1.738 pazienti trattati da medici generalisti che partecipano a una grande organizzazione di mantenimento della salute.

"Anche se è deludente che gli zuccheri nel sangue non sono tornati a livelli quasi normali sui insulina, i risultati si adattano bene con i rapporti di molti medici con i quali abbiamo parlato nel corso degli ultimi anni", ha detto Sheldon Greenfield, un co-autore del studio e direttore del Primary Care Outcomes Research Institute in New England Medical Center e direttore del Diabetes Outcomes Research Team paziente studio nazionale, da cui è stato redatto questa analisi. "I medici spesso si sentono in colpa, frustrazione o addirittura inadeguata dopo grandi sforzi che includono il passaggio all'insulina da un farmaco orale. Sono anche preoccupati che la qualità nazionale di standard di assistenza che presto saranno proposti chiamerà per la normalizzazione di zucchero in tutti i pazienti."

Lo studio è stato finanziato dalla Agenzia per la politica della sanità e della ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha