Ricerca sul vaccino antinfluenzale: Superare 'peccato originale'

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 45
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Peccato originale antigenico (OAS) è una situazione in cui il sistema immunitario sta combattendo con le armi obsolete e ha difficoltà ad adattarsi. Dopo aver incontrato un ceppo virale, e quindi uno nuovo che è collegato al primo, il sistema immunitario può rispondere facendo anticorpi contro il primo ceppo, risultante in una difesa meno efficace.

I ricercatori della Emory Vaccine Center hanno dimostrato in esperimenti con topi che OAS può essere superato utilizzando un additivo vaccino chiamato un adiuvante, o mediante immunizzazione ripetuto con il secondo ceppo virale. I risultati sono stati pubblicati questa settimana Atti della National Academy of Sciences (PNAS).




Il primo autore del documento è borsista postdottorato Jin Kim Hyang, che ora lavora sull'influenza presso i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. L'autore anziano è Joshy Jacob, professore associato di microbiologia e immunologia alla Emory University School of Medicine.

I risultati potrebbero essere importanti quando si vaccinano persone con un sistema immunitario debole, come le persone con infezioni croniche, i bambini piccoli o gli anziani, gli autori scrivono.

Il virus influenzale è diventato così diffuso perché può infettare una vasta gamma di ospiti, come i maiali e uccelli, e perché il suo genoma è flessibile, Jacob dice.

Ceppi influenzali cambiano il loro DNA in due modi. Drift antigenico si verifica come un ceppo accumula piccole mutazioni, che possono aiutare a sfuggire dal sistema immunitario dell'ospite. Spostamento antigenico si verifica quando due ceppi, possibilmente provenienti da diverse specie ospiti, scambiano DNA.

"Peccato originale antigenico è davvero un riflesso della agilità del virus dell'influenza," dice. "OAS diventa un fattore quando il nuovo ceppo circolante è una 'alla deriva' versione di ciò che è venuto prima. I vecchi anticorpi non possono neutralizzare il nuovo virus, e che aiuta il nuovo virus di sopravvivere."

In un documento ufficiale Immunology pubblicato nel 2009, Jin e Jacob hanno dimostrato che OAS potrebbe mettere in pericolo le risposte immunitarie dei topi esposti a due ben studiati ceppi di influenza H1N1: PR8, dal 1934, e FM1, dal 1947.

Se i topi sono immunizzati prima con virus inattivato PR8 e un mese dopo FM1, e quindi esposti a vivere FM1, i polmoni dei topi avevano livelli virali più elevati di quelli che non sono stati vaccinati prima con PR8. Questo effetto è stato ancora più forte dopo l'infezione subletali con virus vivo, piuttosto che la vaccinazione con virus inattivato.

Nella nuova carta PNAS, Jin e colleghi hanno dimostrato che combinando l'immunizzazione FM1 con un adiuvante permette al mouse di rispondere meglio al virus vivo. L'adiuvante squalene è un'emulsione olio-in-acqua. Lo squalene è un additivo vaccino autorizzato in paesi europei dal 1990, ma non approvato per l'uso negli Stati Uniti. Sorprendentemente, l'adiuvante potrebbe anche migliorare le risposte immunitarie quando combinato con l'immunizzazione iniziale PR8.

"Sembra che l'adiuvante sta facendo le risposte immunitarie al primo ceppo virale più ampio, in modo che un maggior numero di cellule produttrici di anticorpi sono in grado di rispondere al secondo ceppo" dice Jacob.

L'handicap dei topi due volte immunizzati contro il secondo virus potrebbe anche essere superato da un colpo di richiamo contro il secondo virus. Gli autori scrivono:

"Collettivamente, i nostri risultati implicano che OAS potrebbe potenzialmente essere evitata nella popolazione umana naпve, soprattutto i bambini, con la somministrazione di coadiuvanti con il primo vaccino influenzale. In alternativa, nella popolazione anziana con l'influenza precedente esposizione virus o vaccinazioni, peccato originale antigenico può essere minimizzato utilizzando coadiuvanti. "

La ricerca è stata sostenuta dal National Institute of Allergy e malattie infettive (HHSN266 200700006C).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha