Ricercatori MGH gettano nuova luce su come antidolorifici Work

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori del Massachusetts General Hospital hanno dimostrato per la prima volta come una classe di farmaci antidolorifici comuni chiamati farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) - meglio noto come aspirina e simili prodotti - lavoro agendo sia all'interno del sistema nervoso centrale come così come nella regione infiammata intorno alla sorgente di dolore. Fino ad ora, si pensava che l'efficacia di questi farmaci è legata alla azione a solo il sito dell'infiammazione.

Lo studio, pubblicato nel 2001 numero di Nature del 22 marzo, ha implicazioni importanti per migliorare il modo in cui il dolore può essere trattato in futuro e per lo sviluppo di più efficaci farmaci antidolorifici più sicuri e sistemi di consegna.

I FANS riducono il dolore infiammatorio, bloccando l'azione di alcuni enzimi chiamati cicloossigenasi (COX) 1 e 2. Cox-1 è normalmente espresso nello stomaco, dove protegge contro i danni di acido, e delle piastrine, in cui è coinvolta nella coagulazione. Cox-2, mentre non si trovano normalmente nella pelle o articolazioni, è prodotto in questi luoghi dopo si verifica l'infiammazione. Cox-2 è necessaria nella produzione di una sostanza chimica chiamata prostaglandina E2 (PGE2), che aumenta la sensibilità dei nervi al dolore. Inibizione di PGE2 nel sito di infiammazione era stato pensato per tenere conto sia delle azioni anti-infiammatori e antidolorifici di FANS. Questa scoperta 1970, infatti, ha guadagnato un premio Nobel per John Vane di Londra.




Nel recente studio, i ricercatori MGH Clifford Woolf, MD, PhD, direttore del gruppo di Neural plasticità ricerca presso il Dipartimento di Anestesia e Terapia Intensiva, Tarek Samad, PhD, ricercatore in Anestesia, ei loro colleghi, hanno dimostrato che anche se Cox -2 viene prodotto nel sito di infiammazione, inizia anche essere espresso in cellule nervose in molte regioni del midollo spinale e del cervello. Questa espressione centralizzata precedentemente sconosciuto provoca la produzione di PGE2 in tutto il sistema nervoso centrale.

PGE2 aumenta l'eccitabilità delle cellule nervose, un fenomeno noto come "sensibilizzazione centrale", che è stato scoperto da Woolf nel 1983. sensibilizzazione centrale altera l'elaborazione di messaggi di dolore in modo che gli stimoli non dolorosi normalmente, come lo spostamento di un comune diventa doloroso, e uno stimolo come puntura di spillo diventa ancora più doloroso. Ciò spiega anche la tenerezza diffusa che circonda i tessuti danneggiati o infiammati.

"C'è chiaramente una componente importante del sistema nervoso centrale nel modo in cui il corpo risponde a infiammazione e questo ha un ruolo chiave nella produzione di dolore", dice Woolf. "Ora che stiamo iniziando a capire come l'infiammazione locale agisce centralmente, abbiamo bisogno di andare giù un binario parallelo e trovare il modo per gestire più efficacemente ipersensibilità al dolore."

Nello studio, Woolf e la sua squadra anche messo in luce il complesso percorso di infiammazione al dolore. Il viaggio inizia quando l'infiammazione periferica stimola la produzione di una molecola chiamata interleuchina 1 beta (IL-1b). IL-1b agisce come trigger che segnala le cellule nervose per accendere il gene Cox-2. Questa espressione di Cox-2 a sua volta provoca la produzione di PGE2, che eccita le cellule nervose e porta al dolore.

I ricercatori hanno determinato che questa catena di eventi può essere interrotto in diversi punti lungo la strada di limitare la sensazione di dolore. Farmaci mirati a bloccare la produzione di IL-1b inibendo enzimi IL-1b-conversione o ICE, così come agenti che inibiscono Cox-2 può rompere questo ciclo e fornire sollievo dal dolore efficace. I ricercatori hanno anche scoperto che, a causa del coinvolgimento del sistema nervoso centrale, farmaci consegnati direttamente nel midollo spinale richiesto dosi significativamente inferiori a farmaci somministrati per via sistemica.

Infine, il team di ricerca ha riferito che i dati dello studio indicano che la presenza diffusa di Cox-2 nel sistema nervoso centrale, può aiutare ad affrontare la questione del perché sintomi come dolori, perdita di appetito e depressione sono spesso associati con l'infezione e infiammazione .

Woolf dice che spera scoperte del suo team vi aiuterà a portare, più efficaci farmaci antidolorifici più veloci che hanno meno effetti collaterali. Indica l'introduzione dello scorso anno di due farmaci COX-2 selettivi, che sono stati di grande successo "blockbuster" antidolorifici, come il possibile inizio di una nuova era nella riduzione del dolore. Questi farmaci sono progettati per ottenere i benefici analgesici di aspirina e aspirina prodotti simili senza i ben noti effetti collaterali di irritazione gastrica e sanguinamento che sono associati con i FANS che inibiscono sia la COX-1 e COX-2.

"Crediamo che per avere la massima efficacia, la prossima generazione di antidolorifici dovrà concentrarsi sulla inibendo la produzione centrale e periferico della PGE2," afferma Woolf. "Siamo estremamente entusiasti del potenziale di alleviare la sofferenza in modo più efficace per milioni di persone in tutto il mondo."

Lo studio è stato finanziato dal National Institute of Neurological Disorder and Stroke del National Institutes of Health. Il Massachusetts General Hospital, fondata nel 1811, è l'originale e il più grande ospedale di insegnamento presso la Harvard Medical School. La MGH dirige il più grande programma di ricerca ospedale basato negli Stati Uniti, con un bilancio annuale di ricerca di più di $ 300 milioni e importanti centri di ricerca e AIDS, le neuroscienze, la ricerca cardiovascolari, il cancro, la biologia cutanea, il trapianto di biologia e la foto-medicina. Nel 1994, la MGH si unì con Brigham and Women Hospital di formare Partners HealthCare System, sistema sanitario integrato comprendente gli ospedali due centri medici accademici, speciali e di comunità, una rete di gruppi di medici e servizi sanitari nonacute casa.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha