Ricercatori ottenere ulteriori prove per il nuovo modello di asma

Aprile 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

St. Louis, 29 Gennaio 2001 - Gli scienziati hanno ottenuto un'ulteriore prova di un modo rivoluzionario di concepire la malattia respiratoria diffusa, asma. Combinando i risultati complementari da topi e gli esseri umani, che propongono un sistema moderno per lo sviluppo della malattia. Lo studio è presentato nel numero 5 febbraio del Journal of Experimental Medicine.

Tradizionalmente, gli esperti ritengono che un attacco asmatico risulta da un aumento della risposta allergica combinata con una diminuzione del solito tipo di risposta al virus respiratori. Ma Michael J. Holtzman, M.D., non è d'accordo. "Direi che, mentre la risposta allergica può aumentare, la risposta antivirale aumenta anche", spiega. "Insieme, i due cause più infiammazione e più malattie."

Holtzman, la Selma e Herman Seldin Professore di Medicina e un professore di biologia cellulare e fisiologia presso la Washington University School of Medicine di St. Louis, ha condotto questo studio in collaborazione con Michael J. Walter, MD, assistente professore di Medicina e Mario Castro, MD, assistente professore di medicina. Holtzman ritiene che le cellule che rivestono le vie aeree, chiamate cellule epiteliali, svolgono un ruolo fondamentale nella risposta asmatica.




Essi sono noti per ospitare virus respiratori, ma Holtzman propone che contengono anche un programma genetico speciale per combattere i virus. Se l'impostazione è giusta, una infezione virale può rimescolare questo programma, modificare la risposta delle cellule epiteliali 'ai virus futuri. Il risultato è un programma antivirale mutata che scatena una risposta infiammatoria e attacco asmatico. Holtzman e colleghi hanno cercato di individuare l'insieme di geni nel programma antivirale.

La carta corrente concentra su un gene chiamato interleuchina IL-12 p40, precedentemente pensato per essere attivo solo nel sistema immunitario. I ricercatori hanno scoperto che il gene è anche selettivamente attiva nelle cellule epiteliali delle vie aeree. E hanno dimostrato che diventa più attivo quando i topi diventano bronchite virale ed è iperattiva nelle persone con asma.

Quindi la produzione di proteine ​​p40 di IL-12 potrebbe essere un passo fondamentale nella infiammazione delle vie aeree. "Il fatto che IL-12 p40 può essere fatta al di fuori del sistema immunitario tradizionale dà più peso l'idea che le cellule epiteliali possono essere importanti in difesa immunitaria e le malattie immunitarie", dice Holtzman. Non si aspettava di trovare il gene p40 di IL-12 in epitelio delle vie aeree, ma il fatto che queste cellule producono un agente antivirale noto in risposta a virus e che il gene è attiva anche in pazienti asmatici supporta il suo regime.

Holtzman e colleghi hanno anche scoperto una forma leggermente diversa del prodotto del gene, IL-12 p80. Sebbene sicuri del proprio ruolo completo, dimostrano che questa variante è necessario per il reclutamento di un insieme specifico di cellule immunitarie chiamate macrofagi.

Ma se una infezione virale può mutare un programma genetico in cellule epiteliali, permettendo di sviluppare asma, quando si verifica questa infezione? Holtzman e colleghi ritengono che la riprogrammazione può verificarsi durante un'infezione molto presto nella vita, forse nella prima infanzia. Sono in procinto di determinare se le cellule epiteliali possono ospitare virus per periodi prolungati.

"L'idea è che si sviluppa un'infezione primi anni di vita, che causa la programmazione anormali nelle cellule epiteliali delle vie aeree. Se avete il virus proprio in cella con il background genetico destra, si dovrebbe quindi sviluppare una parte importante di asma. Una volta che abbiamo capito come il virus modifica il programma, possiamo cominciare a progettare strategie di trattamento. "

###

Walter MJ, Kajiwara N, P Karanja, Castro M, Holtzman MJ. Interleuchina 12 p40 produzione da parte delle cellule epiteliali barriera durante l'infiammazione delle vie aeree. Journal of Experimental Medicine, 193: 3, 1-14, 5 febbraio 2001. Il finanziamento dal National Institutes of Health, American Lung Association, Martin Schaeffer Fondo e Alan A. e Edith L. Wolff Charitable Trust sostenuto questa ricerca.

Il tempo pieno e di volontariato facoltà della Washington University School of Medicine sono i medici e chirurghi di Barnes-Jewish e ospedali di St. Louis per bambini. La Facoltà di Medicina è uno dei leader nella ricerca medica, l'insegnamento e la cura dei pazienti istituzioni della nazione. Attraverso le sue affiliazioni con Barnes-Jewish e ospedali Bambini St. Louis, la Scuola di Medicina è legata a BJC HealthCare.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha