Ricercatori sclerosi multipla trovano ruolo per la memoria di lavoro in riserva cognitiva

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Scienziati Kessler Foundation hanno dimostrato che la memoria di lavoro può essere un meccanismo alla base della riserva cognitiva nella sclerosi multipla (SM). Questa scoperta informa i rapporti tra la memoria di lavoro, arricchimento intellettuale (la misura proxy per riserva cognitiva) e memoria a lungo termine in questa popolazione. "La memoria di lavoro media la relazione tra arricchimento intellettuale e la memoria a lungo termine nella sclerosi multipla: un'analisi esplorativa di riserva cognitiva" è stato pubblicato online prima della stampa da parte ufficiale Neuropsychological Società Internazionale il 14 luglio.

Gli autori sono Joshua Sandry, PhD, e ricercatore James F. Sumowski, PhD, del neuropsicologici e Neuroscience Research Kessler Foundation. Dr. Sandry è un borsista post-dottorato finanziata da una sovvenzione da parte del National MS Society.

Sintomi cognitivi, tra cui deficit nella memoria a lungo termine, sono noti per influenzare circa la metà delle persone con SM. Questo studio è stato condotto in 70 pazienti con SM, che sono stati valutati per l'arricchimento intellettuale, memoria verbale a lungo termine, e la capacità di memoria di lavoro. "Abbiamo scoperto che la capacità di memoria di lavoro ha spiegato il rapporto tra arricchimento intellettuale e la memoria a lungo termine in questa popolazione", ha detto il dottor Sandry. "Questo suggerisce che interventi mirati a memoria di lavoro nelle persone con SM possono aiutare a costruire riserva cognitiva per la protezione contro il declino nella memoria a lungo termine."




(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha