Ricercatori Sierra Leone chiedono una migliore sorveglianza sanitaria, comunicazione di crisi intorno Ebola

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori che lavorano in Sierra Leone suggeriscono le azioni prioritarie necessarie per affrontare la crisi Ebola in corso in Africa occidentale. In una lettera a The Lancet, i ricercatori chiamano di migliorare l'accesso alle tecnologie diagnostiche e di risorse sanitarie, nonché una migliore sorveglianza delle malattie e la salute della comunicazione.

Al momento, c'è poco incentivo per i pazienti a cercare diagnosi professionale di sospetto Ebola, dicono gli autori, con la maggior parte delle persone con febbrile (che causa febbre) malattie in Sierra Leone trattati a casa, e la reale portata dell'epidemia quindi molto difficile determinare. Inoltre, i sistemi di sorveglianza delle malattie nella regione sono insufficienti, nonostante le ricerche (condotte dagli autori e altri), suggerendo che i telefoni cellulari e smartphone possono essere efficacemente impiegate in raccolta sistematica dei dati di sorveglianza.

Gli autori evidenziano inoltre una carenza di personale medico e l'accesso alle strutture sanitarie per la maggior parte di persone della regione, scrivendo che "i relativamente pochi medici, infermieri e operatori sanitari che partecipano a queste popolazioni meno abbienti spesso hanno scarso accesso alle attrezzature di base di protezione individuale, e potrebbe quindi essere comprensibilmente riluttanti a fornire assistenza diretta per i pazienti sospettati di avere Ebola. Vi è un urgente bisogno di fornire un accesso affidabile e costante di dispositivi di protezione individuale in centri sanitari di tutta la regione. "




Infine, gli autori suggeriscono che le politiche di controllo della malattia precoce per limitare i valichi di frontiera e la vendita di carne di animali selvatici sono stati inefficaci. Essi scrivono che, "Quello che è certo è che queste politiche (e le modalità che essi sono stati comunicati) sollevate ansia e, in alcuni luoghi, le voci che hanno portato a comportamenti controproducenti alimentato. Una migliore comunicazione da funzionari della sanità con i media, leader della comunità , gli operatori sanitari e il pubblico in generale è necessario ridurre la disinformazione e di migliorare l'osservanza delle misure di prevenzione e di controllo che si sono dimostrati efficaci. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha