Ricercatori sviluppano primo farmaco orale per il trattamento del vaiolo infezione

Giugno 7, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

20 Marzo 2002 - Un farmaco orale, che blocca l'azione mortale di vaiolo e virus orthopox relativi a cellule di coltura dei tessuti in laboratorio e nei topi cowpox-infetti è stato sviluppato dai ricercatori del sistema sanitario Veterans Affairs San Diego (VASDHS) e l'Università di California, San Diego (UCSD) School of Medicine, ed è in corso di valutazione da parte del US Army Medical Research Institute of Infectious Diseases (USAMRIID).

Chiamato hexadecyloxypropyl-cidofovir (HDP-CDV), il farmaco blocca l'attività antivirale di variola, il virus che causa il vaiolo e orthopox virus, arrestare la loro capacità di replicare e diffondersi.

Sviluppato come parte di uno sforzo nazionale di ricerca per la progettazione di farmaci antivirali per le persone infette dal vaiolo, HDP-CDV non è ancora disponibile per l'uso umano. Il farmaco deve comunque sottoporsi a ulteriori test su animali e studi clinici di sicurezza in persone sane.




Annunciato oggi al 15 ° Conferenza internazionale sulla Antiviral Research a Praga, Repubblica Ceca, HDP-CDV è un derivato potente di un composto, cidofovir esistente, che inibisce la replicazione del virus del vaiolo. Tuttavia, cidofovir deve essere somministrato per via endovenosa, limitando così la sua applicazione veloce nel caso di un attacco bioterrorismo o diffusa epidemia.

Trovato essere 100 volte più potente poi cidofovir, che non viene facilmente assorbito dalle cellule, HDP-CDV è un cidofovir modificato che sfrutta proprio macchinario della cellula per ottenere in modo più efficace. HDP-CDV è stato sviluppato da Karl Y. Hostetler, MD, direttore, endocrino e del metabolismo Clinic, Veterans Affairs San Diego Healthcare System e UCSD professore di medicina, e James Beadle, Ph.D., VASDHS e UCSD professore di ricerca, che ha presentato loro risultati alla conferenza internazionale.

Il lavoro/UCSD VASDHS è stato fatto in collaborazione con i gruppi di ricerca guidati da John Huggins, Ph.D., USAMRIID, Fort Detrick, Maryland e Earl Kern, Ph.D., University of Alabama, Birmingham.

Lo sforzo è stato avviato nel 1999, quando l'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) hanno chiesto alla squadra VASDHS/UCSD per sviluppare una versione orale di cidofovir.

NIAID, USAMRIID e il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) di Atlanta, sorvegliare la maggior parte degli sforzi del paese per sviluppare terapie antivirali per il vaiolo. Dopo lo screening di centinaia di composti esistenti per l'attività contro il vaiolo mentre lavorava nel laboratorio di biosicurezza di livello 4 del CDC (il massimo contenimento) di Atlanta, USAMRIID identificato cidofovir attivo contro il vaiolo. Il farmaco è attualmente usato per trattare le infezioni della retina causate da citomegalovirus.

"Svantaggio di cidofovir è scarsa biodisponibilità orale. Può essere somministrato solo per via endovenosa", ha detto Hostetler. "Se hai migliaia di persone esposte al vaiolo, un farmaco che deve essere iniettato sarebbe difficile da utilizzare ampiamente."

Se gli studi continui supportano l'efficacia e la sicurezza di HDP-CDV, il farmaco potrebbe essere dato in pillole o capsule forma più di 5 a 14 giorni per la prevenzione e il trattamento del vaiolo in persone esposte alla malattia, Hostetler detto.

Il gruppo Huggins da USAMRIID annunciato alla 15 ° Conferenza internazionale sulla Antiviral Research che HDP-CDV è stato efficace nel bloccare la replicazione di diversi ceppi di vaiolo in coltura di tessuti. Sorprendentemente, il composto HDP-CDV era 100 volte più attivo del cidofovir nel rallentare riproduzione vaiolo.

Anche presentati alla conferenza erano risultati Huggins 'della terapia HDP-CDV in topi infettati con vaiolo bovino, un poxvirus strettamente legato al vaiolo. Lavorando in collaborazione con il gruppo di Hostetler, Huggins e collaboratori a USAMRIID scoperto che 5 dosi orali giornaliere di HDP-CDV dato dopo l'infezione impedito la morte per infezione vaiolo bovino.

Il gruppo Huggins ha anche scoperto che i livelli di virus nei polmoni di animali infetti è stato ridotto a livelli quasi non rilevabili con la somministrazione orale di HDP-CDV, ma non per la somministrazione endovenosa di quantità comparabili di cidofovir.

In ulteriori ricerche presentato alla conferenza, HDP-CDV è stato trovato da Kern di essere attivi in ​​colture di tessuti di laboratorio contro le infezioni causate da citomegalovirus, herpes virus, il virus della varicella zoster, e il virus di Epstein Barr, aumentando la possibilità che il composto potrebbe essere utile per una varietà di infezioni virali più comuni. Il vaiolo continua ad essere una delle principali preoccupazioni, però.

"Fino ad ora, l'eradicazione e il controllo di vaiolo invocata la vaccinazione", ha detto Hostetler. "I risultati del VASDHS/UCSD, USAMRIID, CDC e la University of Alabama suggeriscono che i farmaci antivirali somministrati per via orale in un regime terapeutico a base di come pochi come 5 dosi potrebbero essere utilizzati come alternativa per curare e contenere una futura epidemia di vaiolo, soprattutto in quegli individui che non possono tranquillamente essere vaccinati ".

Nel corso degli anni, il vaiolo ha ucciso milioni di persone. Causato dal virus del vaiolo, la malattia si diffonde da una persona all'altra per contatto diretto o da goccioline di saliva infette effettuate attraverso l'aria quando qualcuno tossisce. Anche se la maggior parte dei pazienti vaiolo recuperare, la morte avviene nel 30 per cento dei casi, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

La vaccinazione di routine contro il vaiolo è conclusa nel 1972 e molte infezioni vaiolo considerato eliminato dal mondo nel 1977. Tuttavia, il livello di immunità, se del caso, tra le persone che erano stati vaccinati prima del 1972 è incerto, dice il CDC. Pertanto, queste persone vengono considerati sensibili.

Anche se gli Stati Uniti hanno una fornitura di emergenza di vaccino contro il vaiolo, il CDC dice vaccinazione contro il vaiolo è associato con un certo rischio di reazioni avverse, come l'infiammazione del cervello, e la vaccinazione non è attualmente raccomandata solo dopo un'epidemia di vaiolo è stato identificato, quando una massa campagna di vaccinazione utilizzando le scorte nazionale si sarebbe verificato.

La ricerca di Hostetler è stata sostenuta da sovvenzioni dal Dipartimento della Difesa, il NIAID, il National Eye Institute, e il sistema sanitario Veterans Affairs San Diego.

UCSD sta gestendo la licenza per un'invenzione congiunto VASDHS/UCSD che copre una famiglia di composti che comprende HDP-CDV.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha