Ricercatori sviluppano strategia per combattere genetica ALS, FTD

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team di ricercatori della Mayo Clinic e The Scripps Research Institute in Florida hanno sviluppato una nuova strategia terapeutica per combattere il fattore di rischio genetico più comune per la sclerosi laterale amiotrofica malattie neurodegenerative (malattia di SLA o di Lou Gehrig) e la demenza frontotemporale (FTD). Nel 14 agosto numero di Neuron, che riportano anche la scoperta di un potenziale biomarcatore per monitorare la progressione della malattia e l'efficacia delle terapie.

Gli scienziati hanno sviluppato un composto droga piccola molecola per prevenire processi cellulari anomale causate da una mutazione nel gene C9ORF72. I risultati provengono sulla scia di precedenti scoperte di ricercatori Mayo che la mutazione C9ORF72 produce una sequenza genetica ripetitiva insolito che causa l'accumulo di RNA anomalo nelle cellule cerebrali e del midollo spinale.

Mentre ammassi di proteine ​​tossiche sono da tempo stati implicati in neurodegenerazione, questa nuova strategia prende di mira RNA anomalo, che fa prima di proteine ​​tossiche nei disturbi C9ORF72-correlati (c9FTD/ALS). "Il nostro studio mostra che l'RNA tossico prodotto nelle persone con la mutazione c9FTD/ALS è infatti un altro obiettivo fattibile," dice il co-Senior Investigator dello studio, Leonard Petrucelli, Ph.D., un neuroscienziato molecolare presso la Mayo Clinic in Florida.




Il composto, che è stato testato in modelli di coltura cellulare di c9FTD/ALS, legato a e bloccato la capacità di RNA di interagire con altre proteine ​​chiave, impedendo così la formazione di grumi di RNA tossici e "proteine ​​c9RAN", che si traduce da un processo chiamato repeat-associato (RAN) Traduzione-ATG non.

I ricercatori hanno anche scoperto che le proteine ​​c9RAN prodotte dal RNA anomalo possono essere misurate nel liquido spinale di pazienti con SLA. Ora stanno valutando se queste proteine ​​sono presenti anche nel liquido spinale dei pazienti con diagnosi di FTD. Sebbene SLA colpisce soprattutto i neuroni motori portando a mobilità ridotta, la parola, la deglutizione, e la funzione respiratoria e FTD colpisce regioni cerebrali che supportano funzioni cognitive superiori, alcuni pazienti hanno sintomi di entrambi i disturbi.

"Lo sviluppo di un biomarker facilmente accessibile per la mutazione c9FTD/ALS può essere di aiuto non solo la diagnosi di questi disturbi e consentire il monitoraggio il decorso della malattia nei pazienti, ma potrebbe fornire un modo più diretto per valutare la risposta ai trattamenti sperimentali," dice co- autore Kevin Boylan, MD, direttore medico della Mayo Jacksonville ALS Center, l'unico centro ALS certificato di eccellenza in Florida.

Ad esempio, una diminuzione dei livelli di proteine ​​c9RAN in risposta al trattamento suggerisce che un farmaco sta avendo un effetto desiderato. "Il potenziale di questo biomarcatore scoperta è molto interessante - anche se siamo nei primi giorni di sviluppo di un tale test," dice.

Dal momento che la SLA è di solito fatale due a cinque anni dopo la diagnosi e non esiste attualmente alcun trattamento efficace per FTD, questi risultati punto di riferimento offrono la possibilità sia di migliorare la diagnosi e il trattamento per un massimo di 40 per cento di tutti i pazienti con famigliare (ereditato) ALS e fino a il 25 per cento dei pazienti con FTD familiare, dice il Dott Boylan.

"Uno degli aspetti più interessanti di questi studi è, a mio parere, essere la collaborazione senza soluzione di continuità delle nostre Florida Biosciences istituti -. Scripps e Mayo nostra esperienza biologica e chimica collettivo reso possibile questa ricerca," dice l'altro co-investigatore anziano , Mathew Disney, Ph.D., professore di chimica presso Scripps Florida.

Dr. Disney e il suo gruppo hanno studiato la struttura del RNA che ha portato dalla mutazione C9ORF72 e quindi progettati in vantaggio piccole molecole. Il team di Mayo ha sviluppato i modelli cellulari derivate da pazienti per testare i composti in. Entrambe le squadre hanno lavorato poi insieme per dimostrare che la modalità dell'agente principale di azione è stato di mira l'RNA tossico.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha