Ridurre il sale e l'aumento di potassio avrà grandi benefici per la salute globale

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Riducendo il sale e, allo stesso tempo, aumentando i livelli di potassio nella dieta avrà importanti benefici per la salute e di costo in tutto il mondo, secondo diversi nuovi studi.

Tale strategia salverà milioni di vite ogni anno da malattie cardiache e ictus, dicono gli esperti.

Molte prove dimostrano che ridurre l'assunzione di sale abbassa la pressione sanguigna e quindi riduce il rischio di ictus e malattie cardiache. Meno si sa circa i potenziali benefici di assunzione di potassio in aumento, ma il consumo di potassio più basso è stato collegato con pressione sanguigna elevata.




L'Organizzazione mondiale della sanità ha quindi fissato un obiettivo globale di ridurre l'assunzione di sale nella dieta di 5-6 g (circa un cucchiaino da tè) per persona al giorno entro il 2025, ma l'assunzione di sale, in molti paesi è attualmente molto superiore a questo. Nel Regno Unito, è consigliabile l'una riduzione dell'apporto di sale a 3 g al giorno entro il 2025 per la popolazione adulta.

Il primo studio ha esaminato gli effetti della riduzione del sale modesto sulla pressione sanguigna, gli ormoni, e grassi nel sangue (lipidi) da 34 esperimenti che hanno coinvolto oltre 3.000 adulti.

Ha trovato una modesta riduzione del sale per quattro o più settimane causato cadute significative della pressione sanguigna nelle persone con sia rialzato e pressione sanguigna normale. L'effetto è stato osservato in bianchi e nero e in uomini e donne, riducendo così ictus, attacchi cardiaci, insufficienza cardiaca e nelle popolazioni.

Tuttavia, i ricercatori ritengono attuali raccomandazioni "non sono l'ideale" e dicono che un ulteriore riduzione di 3 g al giorno "dovrebbe diventare l'obiettivo a lungo termine per l'assunzione di sale nella popolazione."

Risultati simili sono stati trovati in una seconda analisi di 56 studi; di cui 37 sono stati gli studi di alta qualità di segnalazione della pressione arteriosa, lipidi nel sangue, i livelli di catecolamine o renale. Si è riscontrato che l'assunzione di sale ridotto riduce la pressione sanguigna e non ha alcun effetto negativo sui lipidi nel sangue, i livelli ormonali, o la funzione renale. Prova di qualità moderata nei bambini ha anche mostrato una riduzione dell'apporto di sodio riduce la pressione sanguigna.

Apporto di sodio inferiore è stato anche associato ad un ridotto rischio di ictus e malattia coronarica fatale negli adulti. "La totalità di evidenza suggerisce che la riduzione dell'apporto di sodio deve essere parte degli sforzi della sanità pubblica per ridurre la pressione sanguigna e le malattie cardiovascolari, e probabilmente beneficerà la maggior parte delle persone", concludono gli autori.

Un terzo studio i dati sul consumo di potassio e la salute di 33 studi che coinvolgono oltre 128.000 partecipanti sani analizzati. Il potassio si trova nella maggior parte di frutta e verdura e legumi (legumi) freschi.

I risultati mostrano che l'assunzione di potassio aumento riduce la pressione sanguigna nei adulti, senza effetti negativi sui lipidi nel sangue, i livelli ormonali o la funzione renale. Assunzione di potassio superiore è stato collegato con un rischio inferiore del 24% di ictus negli adulti e può anche avere un effetto benefico sulla pressione sanguigna nei bambini, ma sono necessari ulteriori dati.

I ricercatori suggeriscono anche un aumento del vantaggio con contestuale riduzione dell'assunzione di sale.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda pertanto di ridurre l'assunzione di sale nella dieta a meno di 5 g (circa un cucchiaino da tè) per persona al giorno e fissato un obiettivo globale di una riduzione relativa del 30% in media l'assunzione popolazione adulta di sale entro il 2025, con l'obiettivo di raggiungimento raccomandazione assunzione di sale dell'OMS, ma l'assunzione di sale, in molti paesi è attualmente molto più alto di questo. Nel Regno Unito, è consigliabile l'una riduzione dell'apporto di sale a 3 g al giorno entro il 2025 per la popolazione adulta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha