Rilevamento di virus dell'influenza aviaria con odore

Maggio 13, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca dal Monell Chemical Senses Center e il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) rivela come le malattie possono modificare gli odori degli animali in modo sottile. In un recente studio pubblicato sulla rivista ad accesso pubblico PLoS ONE, gli scienziati hanno esaminato come l'infezione da influenza aviaria (AIV) altera odori fecali in germani reali.

Utilizzando metodi sia comportamentali e chimici, i risultati rivelano che AIV può essere rilevato in base alle variazioni di odore di volatili infetti.

"Il fatto che un odore caratteristico fecale è emessa da anatre infetti suggerisce che l'infezione di influenza aviaria in anatre selvatiche può essere 'pubblicizzato' ad altri membri della popolazione", osserva Bruce Kimball, PhD, un chimico di ricerca con l'USDA Nazionale Centro di ricerca della fauna selvatica ( NWRC) di stanza presso il Monell Center. "Se questa comunicazione chimica utile per gli uccelli non-infetti da avvertendoli di stare lontano da anatre malate o se beneficia l'agente patogeno, aumentando l'attrattiva del individuo infetto ad altri uccelli, è sconosciuta."




Nello studio, i topi di laboratorio sono stati addestrati a discriminare tra le feci di anatre AIV-infetti e non infetti, che indica un cambiamento di odore. L'analisi chimica poi identificato i composti chimici associati con i cambiamenti odore come acetoino e 1-octen-3-olo.

Gli stessi composti anche sono stati identificati come potenziali biomarcatori per la diagnosi di malattie gastrointestinali nell'uomo. Kimball e colleghi ipotizzano che i metaboliti derivanti da infezione virale interagiscono in concerto con i batteri presenti nel sistema gastro-intestinale di anatre per produrre "firme odori" che indicano la presenza del virus AI.

"Influenze aviarie sono in genere asintomatici di anatre e uccelli acquatici. L'infezione in queste specie può essere diagnosticata solo rilevando direttamente il virus, che richiede la cattura di uccelli e la raccolta di campioni di tamponi. I nostri risultati suggeriscono che la diagnosi rapida e semplice delle influenze delle popolazioni di uccelli acquatici possono essere possibile attraverso sfruttando questo cambiamento fenomeno odore ", ha detto il biologo comportamentale Gary Monell Beauchamp, PhD, anche un autore sulla carta.

Il lavoro futuro valuterà se i cambiamenti di odore può essere utilizzato per la sorveglianza di AIV di uccelli acquatici. In particolare, i ricercatori sono interessati se il cambiamento odore è specifico per il patogeno AIV o se è solo una risposta generale ad una varietà di patogeni normalmente presenti negli uccelli. Altri studi esploreranno funzioni comunicative del odore AIV di ottenere una maggiore comprensione di come gli odori può plasmare il comportamento sociale in popolazioni di fauna selvatica.

Anche a contribuire alla ricerca, che è stato finanziato dal National Wildlife Research Center, erano Kunio Yamazaki e Maryanne Opiekun di Monell e Richard Bowen e Jack Muth da Colorado State University. Dr. Yamazaki, che ha contribuito attivamente alla progettazione e realizzazione di questo lavoro, è morto in aprile 2103.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha