Rimasto orfano anziano grave vittima della epidemia di AIDS africano, secondo uno studio

Aprile 17, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'aumento dei tassi di mortalità di AIDS in Africa sub-sahariana ha portato a una nuova categoria fiorente di individui abbandonati - quasi un milione di orfani anziani, o gli adulti più anziani che vivono da soli, senza il beneficio di tutti gli operatori sanitari, Scuola Stanford University of Medicine i ricercatori hanno trovato.

I ricercatori hanno utilizzato i dati esistenti per sviluppare le prime stime sul numero di persone anziane rimaste sole, senza alcun sostegno degli adulti, a causa dell'epidemia di AIDS, ha detto Grant Miller, PhD, MPP, assistente professore di medicina, che è affiliata con il Stanford Center for Health Policy.

"Troviamo che l'AIDS ha prodotto quasi un milione di persone anziane in Africa sub-sahariana, che vivono senza il sostegno dei loro figli, figlie o altri adulti più giovani. Molti di loro vivono anche con bambini sotto i 10 anni di età, la creazione di famiglie con una generazione mancante di adulti ", ha detto Miller, autore senior dello studio. "Penso che questo probabilmente sottovaluta la portata del problema. Non siamo riusciti a esaminare da vicino le condizioni di vita materiali o la salute di anziani."




Lo studio appare nel 16 giugno il rilascio on line del British Medical Journal. Co-autori di Miller presso il Centro di Stanford per la politica sanitaria sono Jay Bhattacharya, MD, PhD, professore associato di medicina, e Eran Bendavid, MD, istruttore di medicina.

Miller ha detto che lui ei suoi colleghi sono stati storditi per imparare che nessuno aveva preso uno sguardo sistematico a questo potenzialmente grande gruppo di persone bisognose.

"E mi ha lasciato senza fiato", ha detto. "Sappiamo tutti che abbiamo questo problema con i bambini orfani. Mi chiedevo, abbiamo un problema simile con orfano anziani? Ho cercato una serie di pubblicazioni e non ho trovato una risposta chiara."

Tim Kautz, l'autore principale dello studio, ha detto che l'idea per il progetto ha colpito un accordo con lui, come aveva trascorso l'estate a fare educazione AIDS in Tanzania rurale. Ha vissuto lì con una famiglia che aveva preso in un estraneo, abitante anziano che non aveva altro a prendersi cura di lui.

"Ho visto sia la devastazione causata dal virus e l'importanza della famiglia nella cura degli anziani. Questo progetto è stato un modo per unire le due osservazioni", ha detto Kautz, ex undergraduate Stanford ora intraprendere un dottorato in economia presso l'Università di Chicago.

I ricercatori hanno utilizzato i dati del Demographic and Health Survey, un database di USAID-finanziato che fornisce informazioni standardizzate sulla salute materna/infantile, HIV e altri indicatori di salute nei paesi a basso e medio reddito. L'indagine ha riguardato 123.000 persone oltre i 60 anni che vivono in 22 paesi africani tra il 1991 e il 2006.

Gli scienziati hanno scoperto una forte correlazione tra l'aumento dei tassi di mortalità dell'AIDS in questi paesi e un aumento nei soggetti anziani che vivono da soli. Per ogni aumento di un punto dei tassi di mortalità da AIDS, hanno trovato un aumento del 1,5 per cento nelle persone anziane lasciato a gestire da soli.

Nei 22 paesi, le stime tradotte in 582.200 a 917.000 persone anziane lasciati incustoditi, i ricercatori hanno trovato. Circa un terzo di loro - o come molti come 323.000 - sono stati anche la cura per i bambini. Questi individui avevano più probabilità di essere donne, istruite, che vivono in zone rurali e più povere che le loro controparti hanno partecipato. I risultati suggeriscono l'HIV/AIDS ha avuto un impatto sproporzionato sulle persone anziane di status socio-economico più basso, i ricercatori hanno segnalato.

Kautz si è detto sorpreso le cifre non sono state ancora più elevata. Ha detto che crede che ci sono molte più persone anziane che sono stati lasciati da soli come i loro bambini muoiono di AIDS, ma che questi anziani si sono trasferiti a parenti o vicini di casa. Questi individui non sarebbero contabilizzate nello studio, ha detto.

Sebbene HIV speranza di vita è generalmente ridotto in Africa, coloro che sfuggono dell'epidemia vivono molto più a lungo a causa di un maggiore accesso alle tecnologie sanitarie, hanno detto i ricercatori. Quindi c'è una maggiore necessità di servizi di assistenza anziani, hanno notato.

Eppure alcuni paesi africani hanno programmi pensionistici pubblici o sistemi formali per la cura per gli anziani; più si affidano a strutture familiari tradizionali, ora inferiori a quelli del ceppo di AIDS, a fornire questo servizio. I ricercatori hanno detto lo studio sottolinea l'importanza di prendere questi anziani bisognosi in considerazione nell'allocazione delle risorse e dei programmi di pianificazione.

"Questo è un altro componente delle conseguenze sociali di HIV. Così la gente nelle agenzie che prendono decisioni di allocazione delle risorse devono considerare questo costo di HIV, ed è uno abbastanza importante", ha detto Miller. "Chi lavora sul campo si occupano di malati di AIDS in fase avanzata anche bisogno di pensare a carico di questi pazienti."

Le politiche che aiutano a ridurre la mortalità AIDS anche saranno di aiuto a questo gruppo, ha detto.

"Il lavoro futuro è necessario per esaminare più da vicino la salute e il benessere generale di questa popolazione, ma il nostro lavoro suggerisce che la riduzione delle morti per AIDS in Africa può fornire benefici sostanziali a questa popolazione riconosciuta sotto", i ricercatori hanno concluso.

I ricercatori hanno detto che lo studio è solo un primo passo nella comprensione del problema. Essi ipotizzano che gli individui anziani che sono soli soffrono maggiori problemi di salute, anche se non affrontano specificamente il problema nello studio. Allo stesso modo, non si guardano qualità della vita questioni, anche se sospettano che questi anziani soffrono disagi fisici e finanziari come risultato di essere caregiver primari per i bambini. Sono necessarie ulteriori ricerche sulla salute, il benessere e altri problemi associati a questi anziani trascurati, hanno detto.

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha