Rintracciare l'origine della leucemia recidiva

Maggio 7, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le cellule tumorali che regnano durante le ricadute di una leucemia umana aggressiva sono diversi da quelli che ha dominato la malattia originale, secondo un articolo pubblicato online il 4 aprile sul Journal of Experimental Medicine.

Confrontando il DNA delle cellule tumorali prelevati al momento della diagnosi e recidiva da pazienti con cellule T leucemia linfoblastica acuta (T-ALL), Jean Soulier e collaboratori hanno scoperto che le cellule ricaduta emersi da cellule che erano scarse al momento diagnosi. Le cellule di recidiva avevano anche raccolto diverse mutazioni nuove e pericolose. Imitando queste mutazioni nelle cellule isolate alla diagnosi li rendeva più cancerose dopo l'iniezione in topi immuno-impoverito.

Le cellule tumorali Untouched da campioni di diagnosi anche causato la leucemia quando iniettato in topi. E una volta stabiliti, essi portavano una somiglianza genetica più vicino alla ricaduta cellule che a loro ex stessi, suggerendo che le cellule tumorali più aggressive prevalgono in entrambi topo e l'uomo.




Questi risultati suggeriscono che il monitoraggio dello sviluppo della leucemia umana in topi immuno-impoverito potrebbe fornire informazioni sui meccanismi alla base recidive della malattia umana.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha