Rischi associati con donazione di ovuli per le donne con la sindrome di Turner, la ricerca rivela

Aprile 26, 2016 Admin Salute 0 23
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gravidanza via donazione di ovuli per le donne con la sindrome di Turner è potenzialmente rischioso, sia per la madre e il bambino, secondo uno studio multicentrico presentato al Congresso Europeo di Endocrinologia in Rotterdam.

La sindrome di Turner è una malattia cromosomica che colpisce circa 1 su 2500 donne. La maggior parte delle donne sono nati con due cromosomi X, ma una donna con la sindrome di Turner ha solo un singolo cromosoma X, che porta ad una varietà di problemi di salute. Questi includono una maggiore tendenza a malattie cardiache, problemi scheletrici, e bassa statura (che è spesso trattata con l'ormone della crescita). Inoltre, le donne che crescono con la sindrome di Turner sono normalmente sterili.

Alcune donne con la sindrome di Turner sono stati in grado di avere figli ricevendo ovuli donati (donazione di ovociti), che porta alla possibilità che essi saranno in grado di crescere una famiglia. Tuttavia, nuovo lavoro condotto da ricercatori dell'Università di Nizza, in Francia ora dimostra che questa è una scelta ad alto rischio.




Il professor Patrick Fйnichel condotto uno studio multicentrico che ha esaminato i risultati delle gravidanze Turner in quasi tutti i centri francesi per la riproduzione assistita realizzazione donazione di ovuli. Seguirono le gravidanze di 93 madri che hanno avuto la sindrome di Turner. Essi hanno scoperto che in 37,8% delle gravidanze, le madri hanno sofferto di disturbi ipertensivi della gravidanza associate; questi inclusi preeclampsia nel 54,8% dei casi, e grave eclampsia in quattro pazienti. Nei neonati di madri di Turner, il 38,3% è nato prematuro e il 27,5% dei bambini soffriva di in-utero ritardo di crescita. Due madri sono morti per la rottura dell'aorta dopo il parto con taglio cesareo, e una morte fetale era legato alla eclampsia nella madre. Solo il 40% delle gravidanze sono stati associati con un risultato normale sia per la madre e il bambino.

Ricercatore Professor Patrick Fйnichel commentato:

"La maggior parte delle donne con la sindrome di Turner sono sterili. Se non è possibile avere un bambino può essere molto doloroso, e ovuli donati può dare a queste donne la possibilità di crescere una famiglia. Tuttavia, questo lavoro mostra che, per le donne che hanno la sindrome di Turner, la gravidanza è una scelta ad alto rischio, sia per la madre e il bambino. Le madri hanno un aumento significativo del rischio di malattia e anche la morte per dissezione aortica e eclampsia, ma in aggiunta il feto è anche a rischio di problemi, come ad esempio problemi di crescita a seguito di pre-eclampsia, e lo stress. Solo il 40% delle gravidanze che abbiamo studiato ha prodotto un risultato assolutamente normale sia per la madre e il bambino.

"In queste circostanze, dobbiamo essere molto cauti in effetti circa raccomandare alle madri di sottoporsi donazione di ovociti. E 'importante che le donne con la sindrome di Turner che subiscono la donazione di ovociti hanno la loro funzione cardiaca monitorata prima, durante e dopo la gravidanza, e che sono molto vicino monitorato da loro medico durante e dopo la gravidanza ".

Professor Fйnichel continuato a dichiarare, "Il mio gruppo e il gruppo di ricerca donazione di ovociti francese sarà ora concentrarsi sulla comprensione se eclampsia è legata solo alla sindrome di Turner o anche a uovo donazione stessa. Ci sarà anche studiare il modo in cui un migliore controllo durante la gravidanza, consegna e l'immediato periodo post-partum in un apposito centro ospedaliero potrebbero migliorare i risultati della gravidanza in madri di Turner. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha