Rischi di infezioni H7N9 mappati

Maggio 28, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ad oggi, ci sono stati 127 casi confermati di H7N9 in Cina con 27 morti. La mancanza di informazioni sul virus e la sua modalità di trasmissione ha portato a preoccupazioni del pubblico che H7N9 potrebbe essere una pandemia in attesa di accadere.

Per quantificare il rischio che ciò accada scienziati della Hong Kong Baptist University e Università cinese di Hong Kong, hanno generato una mappa di rischio H7N9 in Cina orientale. La mappa si basa sui modelli nord migratorie degli uccelli (dal 4 febbraio al fine di aprile) utilizzando i dati ambientali e meteorologiche nel corso degli stessi 12 settimane - da Zhejiang, Shanghai e Jiangsu, a Liaoning, Jilin, Heilongjiang e.




La distribuzione di pollame potenzialmente infetto è stato anche incluso nel modello. La maggioranza dei casi di H7N9 primi sono stati trovati a Shanghai, ma Shanghai non è un grande esportatore di pollame in modo che il modello mostra trasmissione limitata tramite questo percorso. Al contrario, Jiangsu distribuisce il pollame a Shanghai, Zhejiang, e oltre.

Prof Jiming Liu che ha condotto lo studio ha spiegato, "Basando il nostro modello su migrazione degli uccelli selvatici e la distribuzione di pollame potenzialmente infetti siamo in grado di produrre una linea del tempo della stima del rischio di infezione umana da H7N9. I risultati preliminari del nostro studio fatto una la previsione del rischio di influenza aviaria che potrebbe spiegare il motivo dei casi più recenti. Estendendo il modello saremo in grado di predire i futuri rischi di infezione in tutta Cina centrale e occidentale, che saranno di aiuto nella sorveglianza e il controllo delle infezioni H7N9. Poiché l'effetto di il pollame da cortile infezione non è veramente capito, può essere necessario regolare l'attività dei mercati di pollame. "

Prof Xiao-Nong Zhou dal Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie che è stato anche coinvolto in questo studio ha commentato: "Stiamo continuando a lavorare sulla ricerca delle fonti di infezione H7N9 e la modalità di trasmissione. Tuttavia finora non c'è prove di una trasmissione sostenuta da uomo a uomo necessario per una pandemia che si verifichi. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha