Rischi di malattie specifiche di genere inizia nel grembo materno

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Posti Gravidanza richieste sulla fisiologia di una madre in competizione: il suo corpo vuole produrre un forte bambino sano, ma non a scapito della propria salute. Alcuni dei geni che passa al suo bambino quindi cercare di proteggere il proprio corpo da richieste eccessive da suo figlio. Questi cosiddetti "geni imprinted" ereditati dal padre però non mostrano la stessa moderazione - il loro obiettivo è quello di ottenere il maggior numero di risorse per il feto come possibile.

La prova che questa battaglia dei geni imprinted potrebbe essere alla base di processi patologici vita successiva sarà presentato alla Conferenza internazionale The Power of Programming a Monaco di Baviera dal 6 all'8 maggio organizzato dalla Nutrition Programming precoce progetto finanziato dalla CE (EARNEST) .

"I geni imprinted derivate dal padre sono avidi, mentre quelli della madre sono conservatori nelle loro necessità per garantire il futuro successo riproduttivo", ha detto il dottor Miguel Constancia presso l'Università di Cambridge, in Inghilterra. "Abbiamo trovato la prova che impressi i geni giocano un ruolo importante nel controllo delle funzioni endocrine della placenta. Questi adattamenti placentari hanno segnato effetti sulla consegna dei nutrienti per il feto, conseguente programmazione di meccanismi omeostatici con conseguenze metaboliche che si estende verso l'età adulta, ad esempio, per diabete di tipo 2 suscettibilità. "




Ci sono prove che alcuni effetti di programmazione sono diverse in prole maschile e femminile. Dr. Rachel Dakin presso l'Università di Edimburgo, in Scozia, mostra come l'obesità materna è associata a effetti di programmazione specifiche per sesso nei giovani topi adulti. Prole femminile di madri obese aveva sollevato i livelli di insulina nel sangue, mentre la prole maschile non ha fatto. Maschio prole avuto alterazioni nell'espressione di geni epatici importanti metabolismo lipidico e glucocorticoidi.

Professor Claudine Junien presso l'Institut National de Recherche Agronomique (INRA) in Francia, dice:. "Per me un gene, una cellula e anche un sesso non pensa e non ha un design intelligente invece reagisce ai diversi ambienti e situazioni in base a ciò che il suo build-up può permettersi, spingendo in un senso o nell'altro (o più alla volta). I limiti a cui si può andare senza andare storto o moribondi sono stati istituiti progressivamente per tutto il processo di lenta e lunga evoluzione, con diversi background genetico tutto il mondo in funzione della diversità delle esperienze nel corso dei secoli. Abbiamo dati che dimostrano che l'espressione genica e la metilazione del DNA sono dimorfismo sessuale nella placenta maschile e femminile in condizioni/controllo normali. Sorprendentemente, in condizioni di stress, come ad esempio una dieta ricca di grassi o basso calorie dieta, o materna sovrappeso/obesità - la placenta maschio e femmina non utilizzano le stesse strategie: usano diversi percorsi e reti geniche per affrontare lo stress. Questo porta direttamente a risultati diversi? Si può portare a differenze di sesso-dipendenti l'esito della programmazione con effetti di lunga durata. In alternativa, può essere che i maschi metaforicamente parlando scalare la montagna prendendo la parete nord, mentre le femmine hanno la parete sud -. Ma alla fine raggiungono lo stesso picco dopo l'utilizzo di questi diversi percorsi "

Il professor Ricardo Closa Monasterolo presso l'Università Rovira I Virgili di Tarragona, l'Italia, presenta il lavoro che ha suggerito che i ragazzi e le ragazze infantili potrebbero avere risposte diverse per abbassare o diete proteiche superiori. Le femmine dato più elevato del latte formula proteina avevano più alti livelli di IGF-1 rispetto ai maschi, mentre i maschi hanno mostrato livelli superiori C-peptide/creatinina rispetto alle femmine. Il significato delle diete più basse o più alte di proteine ​​è stata esaminata anche in Childhood Obesity progetto EU (CHOP) coordinato dal professor Berthold Koletzko della Ludwig-Maximilians-Universitдt (LMU) di Monaco di Baviera. A partire dal 1990, più di 1.000 bambini sono stati seguiti.

I primi risultati mostrano che, dopo 2 anni, i neonati alimentati con una formula di latte con un tenore proteico inferiore - più vicino alla composizione del latte materno - pesato significativamente inferiori a quelle proteine ​​formula più elevato, con i loro pesi essendo più simili a quelle di neonati allattati al seno. Queste differenze sono emerse dai 6 mesi di età e persistevano, anche dopo l'intervento cessato ei bambini è andato su diete simili. I ricercatori prevedono che queste proteine ​​indotto differenze bassi in rapida crescita potrebbero ridurre l'obesità al 14 a 16 anni del 13%.

Koletzko, che è anche il coordinatore del progetto EARNEST ha detto: "Questo è un nuovo ed emozionante area di ricerca che suggerisce che alcune delle differenze nel rischio di malattia visto in uomini e donne nella vita adulta può essere spiegato con risposte diverse a Programmazione effetti nella vita presto. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha